Attentato ad Adinolfi, si segue la pista dell'area antagonista armata

Roma, 10 mag. - (Adnkronos) - Sull'attentato all'ad Ansaldo Roberto Adinolfi la pista più accreditata è quella "dell'area antagonista armata". Lo rileva il capo della Polizia Antonio Manganelli ai margini di un convegno della Fondazione Icsa sulle mafie. Manganelli, sottolineando la grande "cautela" che serve in questa fase di indagini puntualizza: "L'area antagonista armata non ci sorprende perché gli anarco-insurrezionalisti hanno detto che erano pronti ad un salto di qualità che prevedeva anche l'assassinio". In particolare, come spiega il capo della Polizia, "si parla di area armata dove sfumano i confini tra un gruppo costituito da un certo numero di persone di area marxista-leninista o dell'anarco-insurrezionalismo". Al momento, comunque, dice ancora Manganelli, "non abbiamo elementi che parlino di una nascita di nuove Br".

Roberto Adinolfi "non è un ad di un'azienda con problemi interni. L'Ansaldo è una florida azienda che tocca temi come l'energia che sono propri del linguaggio e della filosofia dell'area antagonista che tende ad occuparsi di questi settori". Il capo della Polizia, dando atto del buon lavoro che le forze dell'ordine stanno svolgendo, rimarca che "al momento non c'è alcuna rivendicazione. Stavolta - dice - non sono stati gentili come al solito quindi l'attentato è compatibile con tutto".

Sull'attentato ad Adinolfi al momento non c'è alcun elemento "che possa far emergere una pista piuttosto che un'altra", ha sottolineato il ministro dell'Interno Annamaria Cancellieri, ai margini di un convegno della Fondazione Icsa sulle mafie. In ogni caso la titolare del Viminale ha auspicato che si arrivi "presto" ad una soluzione: "Sarebbe importante evidenziare la matrice per avere la chiave di lettura. Stanno lavorando bene, speriamo si faccia presto". Il ministro dell'Interno non ha nascosto il "malcontento sociale" che sta vivendo il nostro Paese ma, come ha detto, "occorrono messaggi di fiducia e speranza".

Per approfondire visitaAdnkronos
Ricerca

Le notizie del giorno