Somalia, attentato contro le truppe italiane a Mogadiscio

Immagine di repertorio di soldati italiani a Mogadiscio nel Luglio 1993. (AP Photo/John Gaps/FILE)


Una bomba è esplosa in strada a Mogadiscio, in Somalia, durante il passaggio delle truppe militari italiani. A riferirlo sono i media locani, che sottolineano anche che il convoglio militare viaggiava in quel momento sulla strada Jaale-Siyaad verso il ministero della Difesa somalo e aveva lasciato pochi istanti prima la green zone. I

Anche le fonti della Difesa in Italia confermano la presenza di connazionali sul luogo dell’attacco, ma precisano che i militari italiani sono rimasti illesi. "Nella tarda mattina di oggi, due VTLM Lince, appartenenti a un convoglio di tre mezzi italiani, sono stati coinvolti in un’esplosione al rientro da un’attività di addestramento a favore della Forze di sicurezza somale. Al momento non si registrano conseguenze per il personale italiano", si legge in un comunicato diffuso dalla Difesa.

Il ministero, nella nota, ricorda anche l’esercito sta operando "nell’ambito della missione europea in SOMALIA (EUTM), finalizzata al rafforzamento del Governo Federale di Transizione somalo (TFG)".



Per ora non si conoscono altri dettagli in merito alla vicenda e nessuno ha ancora rivendicato la responsabilità dell’azione. Pochi minuti prima che l’ordigno artigianale scoppiasse in strada coinvolgendo i militari, il gruppo degli Al Shabaab somali ha attaccato con droni esplosivi la base militare statunitense a Mogadiscio.