Attentato Iraq, a Ciampino C130 con 5 militari italiani feriti

webinfo@adnkronos.com

E' atterrato a Ciampino il C130 che ha riportato in Italia i cinque militari feriti in Iraq lo scorso 10 novembre, insieme ai loro familiari che ieri li avevano raggiunti in Germania. Ad accoglierli il ministro degli Esteri Luigi Di Maio con il ministro della Difesa Lorenzo Guerini. ''Ci stringiamo a loro e alle loro famiglie, felici di poterli riabbracciare. Siamo orgogliosi del lavoro che le nostre donne e i nostri uomini in uniforme svolgono con grande professionalità e coraggio ogni giorno nel mondo. Il loro impegno nelle aree di crisi rappresenta un contributo essenziale per difendere quei diritti, libertà e valori che stanno alla base della nostra costituzione e del diritto internazionale", si legge sul profilo Facebook della Farnesina.  

Al fine di ricostruire la dinamica dell'attentato avvenuto domenica, è stato sentito oggi in Procura a Roma il generale Nicola Lanza de Cristoforis, a capo del Comando interforze per le operazioni delle Forze speciali (Cofs). L'atto istruttorio si è tenuto davanti al pm Sergio Colaiocco, titolare del fascicolo di indagine aperto a piazzale Clodio. Non appena sarà possibile, inquirenti e carabinieri del Ros ascolteranno anche i militari rimasti coinvolti nell'attentato, che sono rientrati oggi in Italia.