Attentato a Maurizio Costanzo: indagato Silvio Berlusconi

attentato a costanzo berlusconi indagato

Tra le accuse di cui Silvio Berlusconi dovrà rispondere davanti alla magistratura di Firenze c’è anche quella di essere il mandante del fallito attentato a Maurizio Costanzo. Lo si apprende dai fascicoli depositati dai pm fiorentini nell’ambito del processo sulla trattativa Stato-mafia e sulle stragi del 1993. Berlusconi risulta inoltre accusato di aver agito in concorso con Cosa Nostra nel tentato omicidio del pentito Salvatore Contorno a Formello il 14 aprile 1994.

Berlusconi indagato per attentato a Costanzo

Era il 14 maggio 1993 quando Maurizio Costanzo sfuggì a un attentato per cui risulta indagato l’ex premier Berlusconi. Il giornalista è sopravvissuto all’esplosione di un’autobomba a Roma. La documentazione è stata rilasciata dai pm, su richiesta dei legali del Cavaliere in vista della deposizione nel processo di secondo grado. Berlusconi è stato citato dai difensori dell’ex senatore di Forza Italia Marcello dell’Utri, attualmente in carcere per concorso esterno in associazione mafiosa. In quanto indagato, e non semplice teste, l’ex primo ministro potrà avvalersi della facoltà di non rispondere nel corso dell’udienza fissata per il 3 ottobre.

Costanzo: “Ipotesi che fa ridere”

Nel giugno 2017, in un’intervista rilasciata a Linkiesta, Maurizio Costanzo ha commentato l’ipotesi di un coinvolgimento di Silvio Berlusconi nel fallito attentato alla sua vita. “Mi fa sorridere ed è storia antica”, ha dichiarato il giornalista. “Ricordo quando una sera Berlusconi venne ospite al Costanzo Show da primo ministro. Si parlava di riduzione delle scorte e lui ha reagito a suo modo: ‘Maurizio, già dicono che sono stato io a fare il tuo attentato. Ci manca solo che adesso ti tolgo la scorta’”.