Attenzione al messaggio fraudolento che arriva sullo smartphone

·2 minuto per la lettura
Green Pass truffa WhatsApp
Green Pass truffa WhatsApp

Il Green Pass è diventato da poco realtà e sono già moltissime le segnalazioni di messaggi fraudolenti arrivati sugli smartphone di migliaia di italiani. A darne l’allarme la polizia postale che ha spiegato come riconscere la truffa. Sono molte le differenze, seppur sottili alle quali prestare attenzione.

La Polizia Postale a tal proposito ha reso noto che l’utente viene spesso tratto in inganno inconsapevolmente sviato dai loghi riportati che non sono molto dissimili da quelli originali. “Non inserire mai i propri dati personali, soprattutto quelli bancari” – avvertono gli agenti.

Green Pass truffa WhatsApp, come distinguere il messaggio fraudolento

Come distinguere dunque il messaggio originale da quello “farlocco”? Vediamo qual è il testo “truffaldino” al quale bisogna fare particolare attenzione:

“In questo link puoi scaricare il certificato verde Green Pass COVID-19 che ti permette liberamente di muoverti in tutta Italia senza mascherina”.

Una volta cliccato il link si viene reindirizzati verso una pagina simil istituzionale nela quale vengono riportati dei loghi non molto diversi da quelli del Governo. Una volta entrati verranno infine chieste diverse domande. Non solo nome e cognome, ma anche il proprio IBAN bancario.

Green Pass truffa WhatsApp, come comportarsi

“Certificazione verde Covid-19 di **** disponibile. Usa AUTHCODE ************ e Tessera sanitaria su www.dgc.gov.it o App Immuni o attendi notifica su App IO”, questo il messaggio originale dell’ SMS che potrebbe arrivare sul nostro smartphone il cui contenuto non dovrebbe destarci alcun dubbio.

La Polizia Postale raccomanda di fare molta attenzione ai link indicati nei messaggi e di aprirli solo dopo avere accertato la veridicità della fonte di provenienza. Non inserire mai i propri dati personali, soprattutto quelli bancari. Eventuali messaggi sospetti potranno essere segnalati sul portale della Polizia Postale”, fanno sapere a tal proposito gli agenti.

Green Pass truffa WhatsApp, come autenticarsi correttamente

Bisogna dunque fare attenzione al sito internet riportato nell’SMS ovvero www.dgc.gov.it nella quale dovrà essere inserito un codice di accesso insieme al numero della nostra tessera sanitaria. In alternativa è possibile autenticarsi con l’App Immuni. Non ultimo l’SMS potrebbe inviare la notifica mediante l’App IO. Possibilità infine di richiedere il fascicolo sanitario elettronico le cui modalità di richiesta potrebbero tuttavia differenziarsi da regione a regione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli