Atterraggio di emergenza a Malpensa per fumo in cabina

Atterraggio di emergenza Malpensa

Paura all’aeroporto di Malpensa, dove quella di domenica 29 dicembre 2019 è stata una serata di apprensione e ritardi: un aereo della compagnia Tunisair partito dalla Tunisia avrebbe avuto del fumo in cabina, costringendo così l’equipaggio a fare un atterraggio di emergenza.

Atterraggio di emergenza a Malpensa

Il volo in questione è l’856 partito da Tunisi della compagnia di bandiera dello stato nordafricano. Contestualmente al suo atterraggio all’aeroporto di Varese, un’altra situazione simile si è verificata a Linate, anch’essa risolta in tempi brevi.

I voli dirottati

L’emergenza ha causato diversi dirottamenti di voli che verso le 19 hanno ricevuto ordini di dirigersi in altri aeroporti. Tra questi quelli di Ryanair sono stati deviati a Bergamo e altri aerei, almeno 8, sono stati invece fatti atterrare a Torino, vale a dire quelli provenienti da Palermo, Bordeaux, Londra, Monaco e Bruxelles. Un altro volo poi, l’Emirates A380 A6-EVI, partito da Dubai e diretto a Milano, è andato a Zurigo così come quello della compagnia El Al.

Come comunicato dai responsabili, hanno subito un dirottamento anche i voli U22834 proveniente da Bari, spostato su Linate, e EW7826 in arrivo da Amburgo e deviato a Bologna.

Altre tratte hanno poi subito notevoli ritardi, come la FR1441 che da Palermo era diretta all’aeroporto di Varese che è arrivata più di due ore dopo rispetto all’orario programmato. Dopo aver risolto il problema, l’aeroporto ha ristabilito il traffico senza ulteriori complicazioni se non quelle derivate dai ritardi accumulati.