Niccolò è tornato in Italia. Di Maio: "Mantenuta la promessa alla famiglia"

È atterrato all'aeroporto di Pratica di Mare l'aereo militare con a bordo Niccolò Cicogna, il 17enne rimasto bloccato a Wuhan, epicentro in Cina della nuova epidemia di coronavirus. Ad accoglierlo c'è il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio.

Il giovane, poco dopo, è stato trasferito in ambulanza per essere portato all'Ospedale Spallanzani di Roma dove resterà per la quarantena prevista per chi rientra da Wuhan.

"Abbiamo mantenuto la promessa fatta a Niccolò e alla sua famiglia". Queste le prime parole del Ministro pentastellato in conferenza stampa. Di Maio ha voluto anche ringraziare le "istituzioni che si prendono cura dei connazionali, in patria e all'estero".