Attesa turbolenza geomagnetica: flusso di vento solare sta per travolgere la Terra

·2 minuto per la lettura
terra
terra

Un flusso di vento solare si sta dirigendo verso la Terra: l’evento potrebbe provocare due o tre giorni di turbolenza geomagnetica polare. Il flusso di vento solare, inoltre, potrebbe essere accompagnato anche dal prodotto di due espulsioni di massa coronale.

Flusso di vento solare ed espulsioni di massa coronale in arrivo verso la Terra

Un flusso di vento solare e, presumibilmente, il prodotto di due espulsioni di massa coronale, travolgeranno la Terra nella giornata di mercoledì 25 agosto. Nella giornata di giovedì 26, poi, l’evento proseguirà e sarà caratterizzato da un intensificarsi del sopraggiungere delle espulsioni di massa coronale.

Il fenomeno che si appresta a raggiungere la Terra, poi, potrebbe causare la comparsa di un’agitazione geomagnetica polare che potrebbe protrarsi per circa due o tre giorni. A questo proposito, il buio che sta progressivamente calando sul circolo polare artico consentirà di osservare simili fenomeni in modo chiaro e suggestivo, manifestandosi sotto forma di aurora polare.

Flusso di vento solare ed espulsioni di massa coronale: cosa sono

In particolare, i venti solari possono essere descritti come flussi composti da particelle cariche rilasciate dal Sole che viaggiano nello Spazio. Secondo la NASA, i venti solari possono spostarsi a una velocità media di 1,6 milioni di km/h.

I venti solari si originano dalla corona del Sole e possono combinarsi con il campo magnetico della Terra, dando origine a fenomeni come disturbi della magnetosfera terrestre oppure tempeste geomagnetiche.

Le espulsioni di massa coronale, note anche con l’acronimo inglese CME (Coronal Mass Ejection), invece, indicano il plasma espulso dalla corona solare, formato sostanzialmente da elettroni e protoni. Nel momento in cui le espulsioni di massa coronale si avvicinano alla Terra, queste sono in grado di interagire e influenzare la magnetosfera del Pianeta.

Flusso di vento solare ed espulsioni di massa coronale: cos’è una tempesta geomagnetica

Per quanto riguarda le tempeste geomagnetiche, il loro manifestarsi può essere riassunto nel seguente modo. Qualora sul Sole avvengano attività improvvise e di natura considerevolmente violenta, come i brillamenti, vengono sprigionate dello Spazio grandi quantità di particelle dotate di elevata energia che si muovono rapidamente. Avvicinandosi alla Terra, il flusso di particelle viene rallentato e reindirizzato dal campo magnetico terrestre, che a sua volta subisce distorsioni e influenze.

Con l’espressione “tempesta geomagnetica”, quindi, si indica l’impatto che avviene tra le particelle rilasciate dal Sole e la Terra. Il fenomeno può generare un ingente contraccolpo che potrebbe tradursi in blackout temporanei delle reti elettriche o interruzioni dei sistemi satellitari di comunicazione. Le tempeste geomagnetiche, poi, sono anche alla base delle aurore polari.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli