Atteso un quarto decreto sul tema aiuti con proroghe estese e forse anche nuove decisioni

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni

Caro bollette ed azione dell’esecutivo, ecco cosa ci sarà nel primo decreto sull’energia del governo Meloni. I media spiegano che è atteso un quarto decreto sul tema aiuti con proroghe estese e forse anche nuove decisioni. Il decreto aiuti farà poker dunque, anche perché a novembre 2022 molte disposizioni scadranno e per alleviare il peso del caro energia su famiglie e imprese servirà un nuovo legiferato. Il governo sta predisponendo un intervento da 4-5 miliardi, finanziato in parte con l’extra-gettito di 10 miliardi lasciato in eredità dal governo Draghi. A far cassa sono la maggiori entrate Iva e i tecnici del ministero del Tesoro stanno studiando la formula del decreto legge aiuti-quater.

Primo decreto energia del governo Meloni

Fino ad oggi sono stati utilizzati 61,2 miliardi di euro ed il pacchetto non dovrebbe però confluire già nel Consiglio dei ministri di venerdì 4 novembre, anche se Today cita una slittamento alla prossima settimana. Cosa c’è in agenda? Una riduzione delle bollette gas per i 7,3 milioni in regime di tutela ma con il vincolo delle nuove tariffe che saranno comunicate il 3 novembre da Arera. Altri 11 milioni del mercato tutelato per l’energia elettrica vedranno la riduzione delle tariffe “solo a partire dal primo gennaio 2023”. Si parla anche di estendere a dicembre il bonus sociale.

Niente più Isee per accedere al bonus bollette

Perché? Perché lo sconto segue i parametri Isee con un tetto a 12mila euro che sale a 20mila in caso di famiglie con almeno quattro figli. Il bonus arriva direttamente in bolletta, ma prima va presentato l’Isee. Ecco, il governo potrebbe resettare il passaggio della presentazione dell’Isee prima di accedere al bonus e trovarlo in bolletta. In calendario anche la proroga per il mese di dicembre il credito d’imposta sulle spese per i consumi di luce e gas delle imprese.