Attivisti della Ong Mediterranea contestano Piantedosi a Venezia

Venezia contestato Piantedosi
Venezia contestato Piantedosi

La vicenda dei migranti a bordo della Humanity 1 sta toccando un numero sempre maggiore di persone, anche a Venezia dove il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi ha preso parte alla cerimonia di insediamento del nuovo Rabbino della Comunità Ebraica. Diversi attivisti della Ong Mediterranea hanno “accolto” il capo del Viminale esponendo un cartello sul quale si leggeva: “Fateli sbarcare subito”.

Venezia, contestato Matteo Piantedosi all’esterno della sinagoga

Il capomissione della Ong Mediterranea Beppe Caccia ha condannato in particolare la decisione del Governo di non fare sbarcare tutti: “È ora di finirla con questa sceneggiata al porto di Catania dove ci sono 1.075 persone che chiedono solo di essere sbarcate. Una volta sbarcate, si faranno tutte le operazioni di riconoscimento. Ma la si smetta con una sceneggiata sulla pelle di persone disperate”.

Il Governo francese pronto a prendersi carico di parte dei migranti

Nel frattempo la Francia ha annunciato che nella giornata di martedì si terrà nel ministero degli interni una riunione circa l’accoglienza di parte dei migranti sbarcati in Italia. Il ministro d’oltralpe Darmanin si dice pronto ad accogliere “una parte dei migranti, delle donne e dei bambini, affinché l’Italia non si debba prendere carico da sola del fardello di questo arrivo”.