Attività di governo del 29 settembre 2021

·10 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 4 ott. (askanews) - IL FATTO

Disco verde alla Nota di Aggiornamento del Documento di Economia e Finanza (Nadef) 2021

Il Consiglio dei Ministri si è riunito mercoledì 29 settembre 2021, alle ore 9.55 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente Mario Draghi. Segretario, il Sottosegretario alla Presidenza Roberto Garofoli.Il Consiglio dei Ministri è terminato alle ore 11.25. Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Mario Draghi e del Ministro dell'economia e delle finanze Daniele Franco, ha approvato la Nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza (NADEF) 2021. La Nota prende atto del miglioramento degli indicatori di crescita e deficit e definisce il perimetro di finanza pubblica nel quale si iscriveranno le misure della prossima Legge di Bilancio, che avrà come obiettivo quello di sostenere la ripresa dell'economia italiana nel triennio 2022-2024, in stretta coerenza con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. La previsione di aumento del prodotto interno lordo (PIL) per l'anno in corso sale al 6%, dal 4,5% previsto nel DEF in aprile, mentre la previsione di indebitamento netto (deficit) scende dall'11,8% del PIL nel DEF al 9,4% della NADEF. Anche la stima per il rapporto debito/PIL è rivista al ribasso rispetto al 159,8% previsto nel DEF; ciò implica una flessione dell'incidenza del debito sul prodotto interno lordo al 153,5% già nel 2021. Per quanto riguarda la programmazione delle finanze pubbliche, per il 2022 la NADEF fissa un obiettivo di deficit pari al 5,6% del PIL, che si confronta con un saldo a legislazione vigente pari al 4,4%. La NADEF delinea inoltre una progressiva e significativa riduzione dell'indebitamento netto, che si attesterà al 3,3% del PIL nel 2024. Il percorso programmatico per il triennio 2022-2024 consentirà di coprire le esigenze per le 'politiche invariate' e il rinnovo di diverse misure di rilievo economico e sociale, fra cui quelle relative al sistema sanitario, al Fondo di Garanzia per le PMI, all'efficientamento energetico degli edifici e agli investimenti innovativi. Si interverrà sugli ammortizzatori sociali e sull'alleggerimento del carico fiscale. Sarà possibile gestire ulteriori interventi di sostegno alla crescita economica del Paese. In confronto al quadro tendenziale, l'andamento dell'indebitamento netto programmatico è superiore di oltre un punto percentuale di PIL a partire dal 2022. Come risultato del relativo stimolo di bilancio, la crescita del PIL programmatico è pari al 4,7% nel 2022, 2,8% nel 2023 e 1,9% nel 2024. La discesa del rapporto debito/PIL proseguirà per raggiungere il 146,1% nel 2024.

OBIETTIVO SUL CONSIGLIO DEI MINISTRI DEL 29 SETTEMBRE 2021

Ok al decreto per le urgenze sulla giustizia e le proroghe su referendum, assegno temporaneo e Irap Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Mario Draghi e dei Ministri della giustizia Marta Cartabia, dell'economia e delle finanze Daniele Franco e per le pari opportunità e la famiglia Elena Bonetti, ha approvato un decreto-legge che introduce disposizioni urgenti in materia di giustizia e disposizioni di proroga in tema di referendum, assegno temporaneo e IRAP.

Di seguito i principali ambiti di intervento.

Tabulati telefonici In linea col diritto comunitario e con la sentenza della Corte di Giustizia Ue del 2 marzo 2021, si stabilisce che solo con decreto motivato del giudice, su richiesta del pubblico ministero o su istanza del difensore, si possono acquisire presso il fornitore i dati del traffico telefonico o telematico, ai fini dell'accertamento del reato.

Referendum In materia di referendum il decreto legge proroga di un mese la possibilità di depositare le sottoscrizioni e i certificati elettorali per le richieste di referendum annunciate dopo il 15 giugno 2021 ed entro la data di pubblicazione dello stesso decreto legge. Il termine per il deposito passa dal 30 settembre al 31 ottobre 2021.

Assegno temporaneo Il Consiglio dei Ministri ha inoltre prorogato alla data del 31 ottobre 2021 i termini, precedentemente fissati al 30 settembre 2021, per la presentazione delle domande di assegno temporaneo per i figli con effetti retroattivi dal 1° luglio 2021.

Irap Il decreto legge rinvia al 30 novembre 2021 il termine per la regolarizzazione del versamento relativo al saldo Irap 2019 ed al primo acconto Irap 2020. La proroga del termine in scadenza al 30 settembre si rende necessaria poiché la decisione della Commissione Europea sull'estensione delle nuove soglie del Quadro Temporaneo agli aiuti già autorizzati non sarà adottata entro tale termine. Solo a seguito dei chiarimenti che saranno forniti tenendo conto della decisione della Commissione, le imprese potranno valutare se hanno correttamente fruito dell'esenzione prevista dall'art.24 del DL 34 del 19 maggio 2020 (Decreto "Rilancio") o se invece dovranno versare, in tutto o in parte, l'Irap non pagata nel 2020.

LE ALTRE DECISIONI DEL Cdm del 29/09/2021

- Ok alle disposizioni per celebrare nel 2026 gli 800 anni dalla morte di San Francesco d'Assisi Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Mario Draghi e del Ministro della cultura Dario Franceschini ha approvato un disegno di legge che prevede l'introduzione di disposizioni per la celebrazione dell'ottavo centenario della morte di San Francesco d'Assisi, che ricorre nell'anno 2026.Analogamente a quanto avvenuto in occasione di altre ricorrenze, si prevede l'istituzione di un Comitato nazionale, con il compito di elaborare un programma culturale relativo alla vita, all'opera e ai luoghi legati alla figura di San Francesco. Il Comitato sarà composto da quindici membri, scelti tra esponenti della cultura italiana e internazionale aventi comprovata competenza e conoscenza della vita e delle opere di San Francesco d'Assisi, nonché tra rappresentanti di enti pubblici e privati che, per le finalità statutarie o per l'attività culturale svolta, abbiano maturato una specifica competenza e conoscenza della figura da celebrare o che siano particolarmente coinvolti nella celebrazione per l'ambito territoriale o istituzionale in cui agiscono. I componenti del Comitato non hanno diritto ad alcun compenso, gettone di presenza o altro emolumento comunque denominato ma al solo rimborso delle spese effettivamente sostenute e documentate per le attività strettamente connesse al funzionamento del Comitato, secondo la normativa vigente. - Nomine

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro della difesa Lorenzo Guerini, ha deliberato il conferimento dell'incarico di Segretario generale del Ministero e di Direttore nazionale degli armamenti al generale di Corpo d'armata dell'Esercito Luciano Antonio Portolano.

- Leggi Regionali

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie Mariastella Gelmini, ha esaminato diciannove leggi delle Regioni e delle Province Autonome e ha deliberato di impugnare: la legge della Regione Puglia n. 28 del 06/08/2021 "Istituzione del Servizio di analisi genomica avanzata con sequenziamento della regione codificante individuale", in quanto talune disposizioni si pongono in contrasto con la normativa statale in materia di salute, violando l'articolo 117, comma 2, lettera m), e comma 3 della Costituzione; la legge della Regione siciliana n. 20 del 29/07/2021 "Legge regionale per l'accoglienza e l'inclusione. Modifiche di norme", in quanto talune disposizioni, eccedendo dalle competenze attribuite alla Regione Siciliana dallo Statuto speciale di autonomia in materia di diritto di asilo e accoglienza, violano l'articolo 117, secondo comma, lettera a) e b), della Costituzione; la legge della Regione siciliana n. 21 del 29/07/2021 "Disposizioni in materia di agroecologia, di tutela della biodiversità e dei prodotti agricoli siciliani e di innovazione tecnologica in agricoltura. Norme in materia di concessioni demaniali marittime", in quanto talune disposizioni, eccedendo dalle competenze attribuite alla Regione Sicilia dallo Statuto speciale di autonomia, violano l'articolo 117, primo comma, e secondo comma, lettera l), della Costituzione, nonché i principi fondamentali in materia di tutela della salute; la legge della Regione siciliana n. 22 del 03/08/2021 "Disposizioni urgenti in materia di concessioni demaniali marittime, gestione del servizio idrico integrato nell'ambito territoriale ottimale di Agrigento e di personale di Sicilia Digitale S.p.A. Disposizioni varie", in quanto talune disposizioni, eccedendo dalle competenze attribuite alla Regione siciliana dallo Statuto di autonomia, violano gli articoli 81, terzo comma, e 117, secondo comma, lettere e) e l), della Costituzione; la legge della Regione Puglia n. 31 del 06/08/2021 "Implementazione del Test prenatale non invasivo (NIPT)", in quanto talune disposizioni si pongono in contrasto con la normativa statale in materia di coordinamento della finanza pubblica e livelli essenziali di assistenza, violando l'articolo 117, comma 2, lettera m), e comma 3 della Costituzione. Inoltre, il Consiglio dei Ministri ha deliberato di non impugnare la legge della Provincia autonoma di Trento n. 18 del 04/08/2021 "Assestamento del bilancio di previsione della Provincia autonoma di Trento per gli esercizi finanziari 2021 - 2023"; la legge della Regione Umbria n. 13 del 02/08/2021 "Disposizioni per la fusione per incorporazione di società regionali. Nuova denominazione della società incorporante: 'PuntoZero S.c.ar.l.'"; la legge della Provincia autonoma di Bolzano n. 8 del 03/08/2021 "Assestamento del bilancio di previsione della Provincia Autonoma di Bolzano per l'anno finanziario 2021 e per il triennio 2021-2023"; la legge della Regione Marche n. 18 del 30/07/2021 "Disposizioni di organizzazione e di ordinamento del personale della Giunta regionale"; la legge della Regione Marche n. 19 del 02/08/2021 "Norma per la tutela, lo sviluppo e la promozione dell'artigianato marchigiano"; la legge della Regione Puglia n. 25 del 06/08/2021 "Modifiche alla legge regionale 11 febbraio 1999, n. 11 (Disciplina delle strutture ricettive ex artt. 5, 6 e 10 della legge 17 maggio 1983, n. 217, delle attività turistiche ad uso pubblico gestite in regime di concessione e delle associazioni senza scopo di lucro) e disposizioni varie"; la legge della Regione Lombardia n. 14 del 06/08/2021 "Rendiconto generale della gestione 2020"; la legge della Regione Basilicata n. 34 del 09/08/2021 "Misure urgenti in materia di Trasporto pubblico locale"; Legge Valle d'Aosta n. 23 del 5/08/2021 "Disposizioni collegate al secondo provvedimento di assestamento del bilancio di previsione della Regione autonoma Valle d'Aosta/Vallée d'Aoste per l'anno 2021 e di variazione al bilancio di previsione della Regione per il triennio 2021/2023. Modificazioni di leggi regionali e altre disposizioni"; la legge della Regione Toscana n. 27 del 03/08/2021 "Valorizzazione del patrimonio storico - culturale intangibile e della cultura popolare della Toscana. Disciplina delle rievocazioni storiche regionali"; la legge della Regione Valle Aosta n.24 del 05/08/2021 "Disposizioni in materia di collegi e convitti. Modificazioni di leggi regionali"; la legge della Regione Toscana n. 30 del 05/08/2021 "Disposizioni in materia di mercatini dei non professionisti e di attività economiche su aree pubbliche. Modifiche alla l.r. 62/2018"; la legge della Regione Marche n. 20 del 05708/2021 "Istituzione della Giornata regionale per il diritto al divertimento in sicurezza"; la legge della Regione Marche n. 21 del 05/08/2021 "Ratifica della variazione di bilancio adottata con d.g.r. n. 718 del 7 giugno 2021 dalla Giunta regionale in via d'urgenza ai sensi dell'articolo 109, comma 2 bis, del decreto legge 17 marzo 2020, n. 18 (Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID- 19) convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27"; Infine, il Consiglio dei Ministri ha deliberato di rinunciare in modo parziale all'impugnativa della legge della Regione Valle d'Aosta n. 8 del 13/07/2020 "Assestamento al bilancio di previsione della Regione autonoma Valle d'Aosta/Vallée d'Aoste per l'anno 2020 e misure urgenti per contrastare gli effetti dell'emergenza epidemiologica da COVID-19', in quanto la Regione Valle d'Aosta ha apportato modifiche ad alcune disposizioni oggetto di impugnativa che consentono di ritenere parzialmente superate le censure di illegittimità rilevate.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli