Attore di Riverdale arrestato nel corso della protesta promossa da Black Lives Matter

cole sprouse arrestato

Cole Sprouse, attore della famosa serie tv Riverdale, è stato arrestato durante la protesta promossa dal movimento Black Lives Matter. Attraverso il suo profilo Instagram ha raccontato ai fan quanto accaduto e ci ha tenuto a sottolineare un dettaglio che non deve assolutamente passare inosservato.

Cole Sprouse arrestato

La morte di George Floyd ha creato, giustamente, un grande caos. Tantissime le proteste in tutta l’America e molte le persone arrestate. Tra queste c’è anche l’attore Cole Sprouse, volto della serie tv Riverdale. Attraverso il suo profilo Instagram, ha voluto spiegare ai fan quanto successo. Il suo racconto fa venire alla luce dettagli che sono tutt’altro che rassicuranti. Cole aveva preso parte alla manifestazione organizzata dal movimento Black Lives Matter a Santa Monica, quando è stato arrestato. Sprouse ha raccontato:

“Alcuni manifestanti pacifici, me compreso, sono stati arrestati ieri a Santa Monica, quindi, prima che l’orda vorace del sensazionalismo mediatico decida in qualche modo di cambiarlo, c’è una chiara necessità di parlare delle circostanze: Black Lives Matter. Pace, rivolte, saccheggi sono una forma di protesta assolutamente legittima. I media mostreranno per loro natura solo il lato più sensazionalistico, il che dimostra solo un’impronta razzista di vecchia data. Sono stato arrestato mentre manifestavo per solidarietà. Ci è stata data la possibilità di andarcene e siamo stati informati che se non ci fossimo ritirati saremmo stati arrestati. Quando molti si sono voltati per andarsene, abbiamo trovato un’altra fila di agenti di polizia che bloccava il nostro percorso, e a, quel punto, hanno iniziato a legarci le mani con le fascette”.

Sprouse sottolinea subito, però, un dettaglio che induce ad una riflessione: il trattamento che ha ricevuto da parte delle forze dell’ordine.

La denuncia di Cole

Cole ha proseguito il suo racconto facendo una vera e propria denuncia. L’attore di Riverdale ha dichiarato:

“Bisogna dire che, in quanto bianco etero e personaggio pubblico, le conseguenze istituzionali del mio arresto non sono nulla in confronto a quelle vissute da altri all’interno del movimento. Questo NON È ASSOLUTAMENTE un racconto su di me, e spero che i media non lo rendano tale. Questo è e sarà un momento in cui stare vicini agli altri man mano che la situazione si intensifica, fornendo supporto in modo educato, dimostrando e facendo la cosa giusta. Questo è precisamente il momento di capire cosa significa essere un alleato. Spero che lo facciano anche altri nella mia posizione. Ho notato che ci sono telecamere che filmano all’interno delle auto di pattuglia della polizia durante l’intero periodo di arresto, spero che sia d’aiuto. Non parlerò più dell’argomento, poiché (1) non sono abbastanza esperto per farlo, (2) non il tema del movimento e (3) non voglio distogliere l’attenzione dai leader del Movimento BLM”.

Insomma, stando alle sue parole, pare che le forze dell’ordine, avendolo riconosciuto, abbiano avuto per lui un trattamento diverso. Sprouse ha sottolineato che non parlerà più di questa storia, ma ha ribadito la necessità di un cambiamento.