Attrazioni o luoghi di relax: gli straordinari giardini di Dubai

A Dubai parchi e giardini hanno molteplici scopi. Alcuni sono progettati per soddisfare le esigenze della comunità, mentre altri sono attrazioni di grande richiamo. Tra questi ultimi c'è il Dubai Miracle Garden, che ha aperto ancora una volta i suoi cancelli per mostare gli allestimenti floreali a cui il suo team ha lavorato in segreto per tutta l'estate.

Aperto dall'autunno alla primavera, il giardino cambia ogni anno. Giunto all'undicesima stagione, contiene circa 150 milioni di fiori e nuove attrazioni floreali, tra cui una gigantesca riproduzione della Bella Addormentata, sospesa a mezz'aria, con una gonna di fiori di oltre 10 metri che scende fino al terreno.

Le installazioni esistenti includono un aeroplano Airbus A380 della Emirates ricoperto di fiori, tunnel formati da tralicci a forma di cuore avvolti da fiori e un orsacchiotto alto 12 metri, che è diventato il luogo più popolare del giardino per le proposte di matrimonio.

Il Villaggio dei Puffi, pieno di piante e di modellini dei Puffi, sarà ulteriormente rinnovato a novembre, quando in occasione del Mondiale i personaggi indosseranno le maglie da calcio delle varie nazionali che partecipano al torneo. "Ogni anno cambiamo una percentuale significativa delle installazioni, per offrire ai visitatori qualcosa di nuovo. I disegni del giardino si dividono in due grandi gruppi: i progetti su licenza, come i Puffi, e i nostri progetti originali - dice il creatore del Dubai Miracle Garden, l'ingegnere Abdel Naser Rahhal -. Durante la stagione iniziamo ad accumulare idee per l'anno successivo".

Altri celebri giardini di Dubai sono il Dubai Butterfly Garden, situato accanto al Dubai Miracle Garden, che ospita migliaia di farfalle esotiche; il Garden in the Sky, una torre di osservazione alberata che si affaccia su Expo City Dubai, in precedenza sede dell'Esposizione Universale; e il Dubai Garden Glow, a Zabeel Park, con più di 10 milioni di luci LED.

Mentre questi giardini di grande richiamo attirano le folle, i giardini residenziali costituiscono la spina dorsale delle comunità di Dubai, offrendo ai residenti un rifugio verde con piste da corsa, attrezzature per l'esercizio fisico all'aperto, campi sportivi e aree gioco ad uso gratuito.

"Adattiamo la progettazione di parchi e spazi aperti alla cultura del luogo - dice Annie Baille, direttore associato dello studio di architettura paesaggistica Place Dynamix di Dubai -. Per esempio, qui le persone escono più tardi la sera e vogliono usare lo spazio dopo il tramonto, quando è più fresco, quindi un'ampia illuminazione è molto importante. Utilizziamo piante autoctone, come il ghaf, l'albero nazionale degli Emirati Arabi Uniti, e molte piante provenienti dall'Asia che sono resistenti ai climi caldi, come l'albero di neem e l'albero delonix, entrambi ottimi alberi con ampie ramificazioni. Creano molta ombra sotto cui le persone possono camminare o sedersi".

Il parco Al Barsha Pond è uno degli spazi verdi più amati di Dubai. Si estende per quasi 50 acri, con giardini e un vasto laghetto con un paio di fontane a getto e una flotta di pedalò a forma di cigno. Se i giardini sono i polmoni di una città, questo è il luogo perfetto per prendere fiato.