Audi RS 6 Avant: 20 anni e quattro generazioni per l’icona delle station sportive

(Adnkronos) - Audi RS 6 Avant giunge alla sua quarta generazione. L’attuale versione è spinta da un potente V8 biturbo da 600 cavalli con tecnologia mild-hybrid, un motore che rappresenta l’evoluzione sostenibile della gamma Audi Sport.

Era il 2022 quando la Casa dei quattro anelli, decide di commercializzare una versione ancora più potente dell’apprezzata S6 da 340 cavalli, l’idea è di installare un doppio turbocompressore sul V8 aspirato da 4.2 litri montato anche sulla A8. L’otto cilindri a V viene sviluppato in Inghilterra dalla Cosworth ed arriva a sprigionare una potenza massima di 450 cavalli per 560 nm di coppia massima.

Già nel 2002 la RS 6 aveva performance incredibili, riusciva a bruciare i 100 km/h con partenza da fermo in 4,7 secondi ed era la prima RS a montare una trasmissione automatica e il controllo dinamico del rollio e beccheggio (Dynamic Ride Control).

L’assetto DRC si avvale di molle in acciaio e ammortizzatori con taratura specifica, tutti gli esemplari della prima generazione di Audi RS 6 vengono realizzati in catena di montaggio e completati a mano, passando dallo stabilimento di Neckarsulm a un padiglione attiguo dove, in circa 15 ore di lavoro, gli specialisti di quattro GmbH aggiungono l’olio del circuito idraulico del sistema DRC, i badge RS e gli elementi caratteristici dell’abitacolo.

La serie C5, l’unica RS 6 destinata al Motorsport, nel 2003, preparata dal Team Champion Racing con al volante Randy Pobst, surclassa la concorrenza nella serie Speed GT World Challenge, la potenza del suo V8 viene portata a 475 cavalli. Negli ultimi mesi della sua commercializzazione, l’otto cilindri della potente station tedesca raggiunge quota 480 cavalli, per una velocità massima di 280 km/h.

Sarà ricordata come una delle familiari più potenti di sempre, il suo dieci cilindri a V da 5 litri raggiungeva l’incredibile potenza di 580 cavalli per 650 Nm di coppia massima, valori questi superiori persino alla R8. Con un peso di 278 kg, il V10 vanta soluzioni tecniche di chiara derivazione racing, tra cui la lubrificazione a carter secco, il cambio tiptronic e la trazione integrale quattro. Raggiungeva una velocità massima di oltre 300 km/h ed i 100 km/h con partenza da fermo in 4,6 secondi.

Sul finire della sua commercializzazione fu prodotta una serie limitata di 500 esemplari.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli