Aula Camera riprende esame dl elezioni nel caos. Lega contro Rosato

Luc

Roma, 9 giu. (askanews) - E' ripreso in aula alla Camera l'esame del decreto elezioni. E alla prima votazione subito scoppiato il caos. L'opposizione ha provato a far mancare il numero legale non partecipando al voto e chiedendo a gran voce al vicepresidente di turno dell'assemblea Ettore Rosato (Iv) di chiudere la votazione mentre i deputati della maggioranza si attardavano a raggiungere le proprie postazioni.

"Non chiuder questa votazione fino a quando ci sar qualcuno che continua a chiederlo", ha replicato Rosato attendendo che tutti, anche nelle nuove postazioni del Transatlantico, potessero votare regolarmente. Alla chiusura della votazione, l'aula risultata in numero legale ma il deputato di Fi Francesco Paolo Sisto ha chiesto di parlare e ha accusato Sergio Battelli (M5s) di aver "sbagliato volutamente la postazione dove inserire la propria scheda per impedire che la votazione venisse chiusa. E' intollerabile, vuol dire sbeffeggiare l'aula. Il perbenismo di M5s deve finire, l'ho visto con i miei occhi cambiare scheda e dire che non poteva votare".

Rosato ha spiegato di non aver visto la scena ma la deputata della Lega, Barbara Saltamartini, lo ha duramente attaccato: "Battelli teneva alzata la mano unicamente per perdere tempo. Lei Rosato deve garantire il regolare svolgimento della seduta, per garantire che maggioranza e opposizione abbiano pari trattamento in quest'aula. Rosato ha dimostrato che non imparziale, non ha a cuore il rispetto del Parlamento. Si intrattenuto nel decidere di posticipare la chiusura della votazione fino a quando non ha avuto la certezza che la maggioranza con tutti i ritardi del caso arrivasse in aula. Il Parlamento sovrano, in tutte le occasioni, lei venuto meno all'impegno che ha di garantire la sovranit del Parlamento. In Parlamento non si gioca con qualche ragazzino che pensa di essere arrivato qui chiss come. La maggioranza non aveva il numero legale e lei ha fatto in modo in maniera furba e surrettizia che qualcuno giocando permettesse a chi era in ritardo di garantire la propria presenza".

"Si scusi con l'aula - ha insistito Saltamartini - c' stato un evidente atteggiamento di una parte di parlamerntari che in maniera furba ha pensato di giocare col resto dell'aula. Torni ad essere imparziale, non ceda ai giochetti di qualcuno che in maggioranza ancora non ha capito quale il valore del posto che ricopre". Walter Rizzetto, Fdi, ha detto che "Sisto ha ragione su Battelli, abbiamo le registrazioni di quanto accaduto, chiediamo la verifica video".