Aumentano in Italia le persone scomparse, sono 61.826 -3-

Red/Gca
·1 minuto per la lettura

Roma, 25 lug. (askanews) - Tra le cause di scomparsa, prevale l'allontanamento volontario (115.623), mentre in molti altri casi la causa non determinata (95.441). Si segnalano anche l'allontanamento da istituto o comunit (23.848) e la sottrazione da coniuge o da altro congiunto (1.690). Rispetto al numero di denunce di scomparsa di minorenni nel periodo considerato, sono 45.028 quelli ancora da ritrovare. Sempre sul numero totale di denunce, quanto al genere prevalgono quelle relative a maschi (82.953, il 62,94%), mentre quanto alla cittadinanza prevalgono quelle relative a minorenni stranieri (89.332, il 67,76%). Anche per i minorenni tra le cause di scomparsa prevale l'allontanamento volontario (70.389), seguito dall'allontanamento da istituto o comunit (23.336), mentre in 214 casi si tratta di possibili vittime di reato. Denunce diminuite in tempo di Covid-19. Dal 1 gennaio al 30 giugno 2019 le denunce di scomparsa sono state in totale 7.027, e 5.145 le persone ritrovate. Nello stesso periodo del 2020, i casi di scomparsa denunciati sono stati 4.833 - 3.052 le persone ritrovate - facendo registrare una diminuzione del 31,22%, in particolare nel periodo del lockdown durante le fasi pi critiche dell'emergenza, con punte del meno 72,19% nel mese di aprile.