Aumentare Follower e Like Instagram grazie a un BOT

webinfo@adnkronos.com
Esistono molti strumenti per creare un profilo Instagram efficace. Uno dei più potenti è sicuramente utilizzare un BOT: un software che permette, in modo del tutto automatizzato, di stimolare una risposta negli utenti, attraverso like, follow e altre funzioni.  Milano, 7 febbraio 2019 - Per creare una strategia di comunicazione efficace online non possiamo non prendere in considerazione il mondo dei Social Network: con il passare degli anni, infatti, questi hanno preso sempre più piede, diventando un tassello fondamentale nelle consuete operazioni di Web Marketing. Ma su quale Social è meglio focalizzarsi?  Ovviamente non esiste una risposta univoca, perché dipende dagli obiettivi che si vuole raggiungere e dal proprio posizionamento. Tuttavia, oggi c’è decisamente un social che più di altri è in hype, anche per efficacia, questo è certamente Instagram, il visual social network per eccellenza.  Cos'è Instagram e come funziona  Instagram è un social network prettamente visuale di proprietà di Facebook, la cui popolarità è in continua crescita, tanto da minare il podio del proprio fratello maggiore. In breve tempo Instagram si è, infatti, rivelata un’ottima piattaforma in quanto a interazioni su immagini, video e stories, diventando uno strumento molto amato dagli utenti e sempre più indispensabile per le aziende.  "Il tasso di reazione degli utenti Instagram attualmente risulta essere di gran lunga superiore rispetto agli altri social, grazie alla sua semplicità, all’immediatezza nell’utilizzo e alle sue numerose funzionalità. Si tratta di un Social che sta lentamente diventando leader di mercato e che risulta essere in continua crescita." ha affermato Emanuele Perini, fondatore del blog emanueleperini.com.  Tuttavia, per ottenere risultati soddisfacenti il cammino da intraprendere più complicato di quello che si possa immaginare, richiedendo grande professionalità e costanza nello studio del suo funzionamento: a tal proposito vi consigliamo proprio il blog www.emanueleperini.com, in cui si possono trovare centinaia di articoli avanzati e approfondimenti sul mondo di Instagram.  Cos'è un BOT?  I BOT, in ambiente informatico, sono dei software che si occupano di svolgere determinate azioni su internet in modo automatizzato. Nei fatti possiamo usarli per sostituire gli utenti nel compiere operazioni su pagine web, social, chat e altro; azioni spesso ripetitive o troppo complesse e gravose per un essere umano.  Questi sono utilizzabili in molti campi, ma in quello dei Social Network possono essere particolarmente d’aiuto: questi non solo sono in grado di interagire e svolgere le normali attività di un utente, ma risultano essere anche molto più produttivi, essendo programmati per operare in modo automatizzato h24.  BOT Instagram: cosa sono e a cosa servono  Come dicevamo poco fa, i BOT sono dei piccoli software informatici in grado di sostituire, in parte o in toto, le attività svolte normalmente da un umano.  In particolare, i BOT possono essere programmati per svolgere le operazioni di networking, ovvero tutte quelle attività che un utente compie normalmente sulle piattaforme social, portando così ad aumentare notevolmente, ed in modo organico, il proprio seguito e la propria popolarità. Si tratta di un metodo sicuro e semplice che produrrà un elevato engagement, con relativo aumento della visibilità, nonché della credibilità e della popolarità, rispetto ai competitor. Utilizzandoli si può, quindi, ridurre al minimo lo spreco di tempo, che può, invece, essere utilizzato per la produzione di contenuti di maggiore qualità.  Ecco, quindi, le principali mansioni che può svolgere un BOT e i loro benefici:  • Follow: Iniziare a seguire un altro utente su Instagram aumenta la possibilità che questo restituisca il Follow, aumentando così il proprio bacino di Follower. • UnFollow: Come spesso capita, tra i profili che si segue ci sono quelli meno produttivi - ovvero che non interagiscono con i tuoi contenuti - oppure quelli che non hanno iniziato a seguirti con il FollowBack. Grazie a un BOT si può decidere, in modo automatizzato, di smettere di seguire una serie di profili che rispettino dei filtri da noi decisi. • Like: Mettere un like a post di altri utenti vi espone alla visibilità di questi e di altri che hanno scelto di esprimere il proprio apprezzamento per quel contenuto. Un modo molto semplice per attirare pubblico sul proprio profilo, con lo scopo di invogliarli a seguirti e a interagire con i tuoi contenuti. • Commenti: Esprimere apprezzamenti, pareri e opinioni autorevoli su un determinato argomento può creare attorno al proprio profilo una certa credibilità agli occhi degli altri utenti. Di conseguenza è molto probabile che si incuriosiscano decidendo di visitare il nostro profilo e, perché no, iniziare a seguirci. • Pianificare le pubblicazioni: Una volta deciso il calendario editoriale e predisposto i contenuti, si possono delegare al BOT la pubblicazione degli stessi. • Gestire più account: Utile soprattutto per i professionisti che seguono i profili di molti clienti in contemporanea. • Targeting: È possibile impostare un target specifico in base agli interessi, alla località e al genere degli utenti.  Come migliorare l’efficacia dei BOT  I BOT Instagram pescano nel mucchio senza criterio? Assolutamente no. Anzi, per farli lavorare al meglio, bisogna programmarli in modo adeguato e in base alle nostre esigenze. Per renderli veramente produttivi è necessario settare con attenzione alcuni parametri utili, quali:  • identificare e iniziare a seguire quei profili in linea con il tuo pubblico ideale; • impostare i giusti hashtag, sempre in linea con il tuo business; • determinare il numero delle pubblicazioni; • stabilire il numero di Like, in un lasso di tempo; • impostare il numero di profili da seguire, sempre in un determinato lasso di tempo; • configurare il tipo e il numero di commenti da pubblicare.  Per impostare questi parametri esistono numerosi servizi online che consentono di utilizzare i BOT Instagram per il proprio business in modo semplice, intuitivo e rapido.  Un BOT Instagram che comprende tutte le funzionalità sopra elencate è sicuramente InstaSprint: si tratta del più completo e di facile utilizzo tra quelli in circolazione, permettendo di automatizzare molte delle proprie attività su Instagram, come follow, unfollow, like, commenti, views delle storie, messaggi privati (DM) e pianificazione della pubblicazione dei propri post. Per approfondire questo argomento e scoprire i migliori BOT Instagram, consigliamo la lettura dell'articolo BOT Instagram: Guida ai migliori 15 Software nel 2019.  I possibili rischi  Nonostante i tanti punti di forza, i BOT Instagram hanno anche delle debolezze. Instagram - come molti altri social - non ama, infatti, le attività automatizzate dei loro utenti, in quanto violano le condizioni e i termini di utilizzo del Social. Pertanto, investe molto in ricerca e sviluppo di algoritmi in grado di identificare qualsiasi sistema di automatismo in essere sulla sua piattaforma. La conseguenza può essere una sospensione temporanea dell’account o addirittura la chiusura totale.  Ma niente paura: per il momento non si hanno notizie di sospensioni o chiusure di account a causa dell’utilizzo dei BOT, nonostante sia avvenuta la chiusura di Instagress, sino a poco tempo fa uno dei maggiori fornitori di questo tipo servizio.  Il consiglio è quello di non esagerare nell’utilizzo, evitando così di attirare l’attenzione degli algoritmi di Instagram. Inoltre, è consigliabile limitare o sospendere del tutto le proprie attività quando i BOT sono in funzione.  Tutta una questione di tempistiche  L’ultimo tassello per costruire una solida strategia di comunicazione Instagram utilizzando i BOT è la ricerca delle tempistiche migliori.  Bisogna, infatti, cercare di rendere l’attività dei post quanto più simile a quella di un normale utente, quindi cercando di non esagerare con il numero di azioni in proporzione al tempo. Ad esempio, è molto improbabile che un utente medio sia in grado di mettere 1000 Like in un’ora, quindi il numero dev’essere molto inferiore.  Una buona media da impostare potrebbe essere la seguente:  • Follow: Circa 20 in un’ora. • Like: Circa 20 in un’ora. • Commenti: Circa 10 in un’ora.  In definitiva, il consiglio è quello di utilizzare i BOT, essendo un’arma potentissima per la creazione di un profilo Instagram efficace, ma facendone un uso parsimonioso e quanto più naturale possibile. Non bisogna, comunque, mai dimenticare l’importanza dei contenuti condivisi: un BOT può sicuramente aiutare, ma ciò che fa realmente la differenza è ciò che viene pubblicato.  Per informazioni: emanueleperini.com mail: info@emanueleperini.com via Giorgio del Vecchio 61, Roma  Chi è Emanuele Perini Giovanissimo imprenditore e digital marketer, Emanuele Perini fonda la sua prima attività legata al mondo del digitale nel 2012, ad appena 17 anni. Da allora, come consulente, ha aiutato numerose aziende a sviluppare il proprio business online e offline, collaborando, tra gli altri, con brand del calibro di Wired, Gruppo E, NH Hotels, Sogek. Il suo blog, attivo dal 2015, ha l’obiettivo di aiutare le persone a trovare il proprio percorso imprenditoriale online, dando loro gli strumenti e la formazione di cui hanno bisogno per avere successo nel mondo digitale

Esistono molti strumenti per creare un profilo Instagram efficace. Uno dei più potenti è sicuramente utilizzare un BOT: un software che permette, in modo del tutto automatizzato, di stimolare una risposta negli utenti, attraverso like, follow e altre funzioni.  

Milano, 7 febbraio 2019 - Per creare una strategia di comunicazione efficace online non possiamo non prendere in considerazione il mondo dei Social Network: con il passare degli anni, infatti, questi hanno preso sempre più piede, diventando un tassello fondamentale nelle consuete operazioni di Web Marketing. Ma su quale Social è meglio focalizzarsi?  

Ovviamente non esiste una risposta univoca, perché dipende dagli obiettivi che si vuole raggiungere e dal proprio posizionamento. Tuttavia, oggi c’è decisamente un social che più di altri è in hype, anche per efficacia, questo è certamente Instagram, il visual social network per eccellenza.  

Cos'è Instagram e come funziona  

Instagram è un social network prettamente visuale di proprietà di Facebook, la cui popolarità è in continua crescita, tanto da minare il podio del proprio fratello maggiore. In breve tempo Instagram si è, infatti, rivelata un’ottima piattaforma in quanto a interazioni su immagini, video e stories, diventando uno strumento molto amato dagli utenti e sempre più indispensabile per le aziende.  

"Il tasso di reazione degli utenti Instagram attualmente risulta essere di gran lunga superiore rispetto agli altri social, grazie alla sua semplicità, all’immediatezza nell’utilizzo e alle sue numerose funzionalità. Si tratta di un Social che sta lentamente diventando leader di mercato e che risulta essere in continua crescita." ha affermato Emanuele Perini, fondatore del blog emanueleperini.com.  

Tuttavia, per ottenere risultati soddisfacenti il cammino da intraprendere più complicato di quello che si possa immaginare, richiedendo grande professionalità e costanza nello studio del suo funzionamento: a tal proposito vi consigliamo proprio il blog www.emanueleperini.com, in cui si possono trovare centinaia di articoli avanzati e approfondimenti sul mondo di Instagram.  

Cos'è un BOT?  

I BOT, in ambiente informatico, sono dei software che si occupano di svolgere determinate azioni su internet in modo automatizzato. Nei fatti possiamo usarli per sostituire gli utenti nel compiere operazioni su pagine web, social, chat e altro; azioni spesso ripetitive o troppo complesse e gravose per un essere umano.  

Questi sono utilizzabili in molti campi, ma in quello dei Social Network possono essere particolarmente d’aiuto: questi non solo sono in grado di interagire e svolgere le normali attività di un utente, ma risultano essere anche molto più produttivi, essendo programmati per operare in modo automatizzato h24.  

BOT Instagram: cosa sono e a cosa servono  

Come dicevamo poco fa, i BOT sono dei piccoli software informatici in grado di sostituire, in parte o in toto, le attività svolte normalmente da un umano.  

In particolare, i BOT possono essere programmati per svolgere le operazioni di networking, ovvero tutte quelle attività che un utente compie normalmente sulle piattaforme social, portando così ad aumentare notevolmente, ed in modo organico, il proprio seguito e la propria popolarità. Si tratta di un metodo sicuro e semplice che produrrà un elevato engagement, con relativo aumento della visibilità, nonché della credibilità e della popolarità, rispetto ai competitor. Utilizzandoli si può, quindi, ridurre al minimo lo spreco di tempo, che può, invece, essere utilizzato per la produzione di contenuti di maggiore qualità.  

Ecco, quindi, le principali mansioni che può svolgere un BOT e i loro benefici:  

• Follow: Iniziare a seguire un altro utente su Instagram aumenta la possibilità che questo restituisca il Follow, aumentando così il proprio bacino di Follower. • UnFollow: Come spesso capita, tra i profili che si segue ci sono quelli meno produttivi - ovvero che non interagiscono con i tuoi contenuti - oppure quelli che non hanno iniziato a seguirti con il FollowBack. Grazie a un BOT si può decidere, in modo automatizzato, di smettere di seguire una serie di profili che rispettino dei filtri da noi decisi. • Like: Mettere un like a post di altri utenti vi espone alla visibilità di questi e di altri che hanno scelto di esprimere il proprio apprezzamento per quel contenuto. Un modo molto semplice per attirare pubblico sul proprio profilo, con lo scopo di invogliarli a seguirti e a interagire con i tuoi contenuti. • Commenti: Esprimere apprezzamenti, pareri e opinioni autorevoli su un determinato argomento può creare attorno al proprio profilo una certa credibilità agli occhi degli altri utenti. Di conseguenza è molto probabile che si incuriosiscano decidendo di visitare il nostro profilo e, perché no, iniziare a seguirci. • Pianificare le pubblicazioni: Una volta deciso il calendario editoriale e predisposto i contenuti, si possono delegare al BOT la pubblicazione degli stessi. • Gestire più account: Utile soprattutto per i professionisti che seguono i profili di molti clienti in contemporanea. • Targeting: È possibile impostare un target specifico in base agli interessi, alla località e al genere degli utenti.  

Come migliorare l’efficacia dei BOT  

I BOT Instagram pescano nel mucchio senza criterio? Assolutamente no. Anzi, per farli lavorare al meglio, bisogna programmarli in modo adeguato e in base alle nostre esigenze. Per renderli veramente produttivi è necessario settare con attenzione alcuni parametri utili, quali:  

• identificare e iniziare a seguire quei profili in linea con il tuo pubblico ideale; • impostare i giusti hashtag, sempre in linea con il tuo business; • determinare il numero delle pubblicazioni; • stabilire il numero di Like, in un lasso di tempo; • impostare il numero di profili da seguire, sempre in un determinato lasso di tempo; • configurare il tipo e il numero di commenti da pubblicare.  

Per impostare questi parametri esistono numerosi servizi online che consentono di utilizzare i BOT Instagram per il proprio business in modo semplice, intuitivo e rapido.  

Un BOT Instagram che comprende tutte le funzionalità sopra elencate è sicuramente InstaSprint: si tratta del più completo e di facile utilizzo tra quelli in circolazione, permettendo di automatizzare molte delle proprie attività su Instagram, come follow, unfollow, like, commenti, views delle storie, messaggi privati (DM) e pianificazione della pubblicazione dei propri post. Per approfondire questo argomento e scoprire i migliori BOT Instagram, consigliamo la lettura dell'articolo BOT Instagram: Guida ai migliori 15 Software nel 2019.  

I possibili rischi  

Nonostante i tanti punti di forza, i BOT Instagram hanno anche delle debolezze. Instagram - come molti altri social - non ama, infatti, le attività automatizzate dei loro utenti, in quanto violano le condizioni e i termini di utilizzo del Social. Pertanto, investe molto in ricerca e sviluppo di algoritmi in grado di identificare qualsiasi sistema di automatismo in essere sulla sua piattaforma. La conseguenza può essere una sospensione temporanea dell’account o addirittura la chiusura totale.  

Ma niente paura: per il momento non si hanno notizie di sospensioni o chiusure di account a causa dell’utilizzo dei BOT, nonostante sia avvenuta la chiusura di Instagress, sino a poco tempo fa uno dei maggiori fornitori di questo tipo servizio.  

Il consiglio è quello di non esagerare nell’utilizzo, evitando così di attirare l’attenzione degli algoritmi di Instagram. Inoltre, è consigliabile limitare o sospendere del tutto le proprie attività quando i BOT sono in funzione.  

Tutta una questione di tempistiche  

L’ultimo tassello per costruire una solida strategia di comunicazione Instagram utilizzando i BOT è la ricerca delle tempistiche migliori.  

Bisogna, infatti, cercare di rendere l’attività dei post quanto più simile a quella di un normale utente, quindi cercando di non esagerare con il numero di azioni in proporzione al tempo. Ad esempio, è molto improbabile che un utente medio sia in grado di mettere 1000 Like in un’ora, quindi il numero dev’essere molto inferiore.  

Una buona media da impostare potrebbe essere la seguente:  

• Follow: Circa 20 in un’ora. • Like: Circa 20 in un’ora. • Commenti: Circa 10 in un’ora.  

In definitiva, il consiglio è quello di utilizzare i BOT, essendo un’arma potentissima per la creazione di un profilo Instagram efficace, ma facendone un uso parsimonioso e quanto più naturale possibile. Non bisogna, comunque, mai dimenticare l’importanza dei contenuti condivisi: un BOT può sicuramente aiutare, ma ciò che fa realmente la differenza è ciò che viene pubblicato.  

Per informazioni: emanueleperini.com mail: info@emanueleperini.com via Giorgio del Vecchio 61, Roma  

Chi è Emanuele Perini Giovanissimo imprenditore e digital marketer, Emanuele Perini fonda la sua prima attività legata al mondo del digitale nel 2012, ad appena 17 anni. Da allora, come consulente, ha aiutato numerose aziende a sviluppare il proprio business online e offline, collaborando, tra gli altri, con brand del calibro di Wired, Gruppo E, NH Hotels, Sogek. Il suo blog, attivo dal 2015, ha l’obiettivo di aiutare le persone a trovare il proprio percorso imprenditoriale online, dando loro gli strumenti e la formazione di cui hanno bisogno per avere successo nel mondo digitale