Auricchio (Assocamerestero): rilancio turismo con “Turismo radici”

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 20 set. (askanews) - L'export italiano è ritornato a crescere, se non addirittura a correre nel 2021, ma è un risultato che non vale per tutti i settori, sottolinea il presidente di Assocamerestero Gian Domenico Auricchio ad askanews. Uno dei settori più colpiti ma che potrà recuperare terreno è il turismo. E un contributo potrà arrivare anche dal cosiddetto "Turismo delle radici", come ha spiegato Auricchio, che guida l'associazione delle Camere di Commercio Italiane all'Estero (CCIE) e di Unioncamere, che conta 81 Camere in 58 Paesi.

"Il turismo è fondamentale, non soltanto perché è un'industria importante ma anche perché è un veicolo di conoscenza e promozione del nostro Paese. Le Camere di commercio italiane all'estero stanno cercando di mettere in contatto gli italiani di ritorno che vivono da tanti anni all'estero e che hanno voglia di rivedere le loro radici. E' un compito su cui il governo si sta muovendo in modo corretto per promuovere un ritorno ai flussi", spiega Auricchio.

Un turismo che punta sui milioni di italiani che da anni vivono all'estero ma che sentono ancora forte il richiamo dell'Italia. "Gli italiani sono un popolo che è andato in giro per il mondo, sono decine di milioni oggi, e grazie al sistema camerale italiano all'estero oggi ci sono persone che magari non parlano più l'italiano o lo parlano a fatica ma che riscoprono sempre di più la voglia di ritrovare le radici, le origini della loro famiglia, i luoghi dove il papà o il nonno vivevano e di cui sin da bambini e per tutta la vita hanno sentito il ricordo".

Un flusso che potrà aiutare la ripresa di un comparto, quello turistico, che vedrà un ritorno ai livelli pre-Covid soltanto nel 2022, ma su cui Auricchio è ottimista, soprattutto per le conseguenze virtuose sull'export. "Sono convinto che se la pandemia o la campagna vaccinale ci daranno tregua, il turismo di ritorno e quello tradizionale potranno dare all'Italia una grande soddisfazione, non solo in un'ottica economica ma anche ragionando che ogni turista può diventare ambasciatore di un modo di vivere l'Italia anche nel proprio Paese". Secondo il presidente, infatti, i dati dell'export risentono dei flussi turistici e nei Paesi dove ci sono più turisti che viaggiano verso l'Italia, alta è anche la richiesta di Made in Italy.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli