Australia: il “Jurassic Park” più vario al mondo

Ventuno tipi differenti di impronte di dinosauri, una varietà senza precedenti al mondo: le hanno scoperte alcuni paleontologi australiani delle università del Queensland e James Cook. Le tracce, trovate in una zona di 25 chilometri quadrati nell’ovest dell’Australia, risalgono fino a 140 milioni di anni fa.

“Osserviamo una fauna di dinosauri unica che comprende stegosauri e alcuni dei più grandi dinosauri che abbiano mai camminato sulla terra, i giganteschi sauropodi che hanno lasciato tracce lunghe fino a un metro e settanta”, spiega Steve Salisbury, dell’Università del Queensland.

21 different types of #dinosaur tracks on stretch of coast dubbed “Australia’s Jurassic Park”implexidens STORY: https://t.co/J6GjEw4fqk pic.twitter.com/tox3xZvRjH— UQ News (UQ_News) 27 mars 2017

Gli scienziati sono stati contattati dagli aborigeni dopo che nel 2008 la zona nella penisola di Dampier era stata selezionata dal governo per un progetto di trattamento di gas naturale, poi abbandonato.

“Siamo stati invitati in questa zona dai suoi custodi tradizionali, i Goolarabooloo, che sapevano delle tracce, ma avevano bisogno che il loro valore scientifico venisse dimostrato e documentato appropriatamente”, aggiunge Salisbury.

Ci sono volute oltre 400 ore per identificare i 21 tipi di impronte, fra il 2011 e il 2016. Gli scienziati si sono serviti anche di droni con fotografia digitale e laser scanner per mappare la zona.

The Walmadany area is home to the world’s largest dinosaur tracks. Law Boss Richard Hunter and a 1.7m sauropod track https://t.co/B3NAlwBreD pic.twitter.com/X2Ii5GiC7u— Steve Salisbury (@implexidens) 27 mars 2017

Dinosaur tracks of the Broome Sandstone fill a huge gap in our knowledge of Australia’s Cretaceous dinosaur faunas https://t.co/B3NAlwBreD pic.twitter.com/odRINxOAic— Steve Salisbury (@implexidens) 27 mars 2017

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità