Australia indaga su operazione Cina per infiltrare deputato spia

Coa

Roma, 25 nov. (askanews) - L'Australia ha giudicato oggi "inquietanti" le notizie, indagate dalla sua agenzia di controspionaggio, in merito a una presunta operazione cinese volta a far eleggere un uomo d'affari nel Parlamento federale al fine di infiltrare un agente sotto copertura come deputato.

Il primo ministro conservatore Scott Morrison ha giudicato "profondamente inquietanti e sconvolgenti" queste accuse su Bo Zhao, un membro del suo partito liberale che è stato trovato morto a marzo in una stanza di un motel. "L'Australia non è ingenua riguardo alle minacce che deve affrontare", ha detto Morrison ai giornalisti. (Segue)