Australia indaga su operazione Cina per infiltrare deputato spia -2-

Coa

Roma, 25 nov. (askanews) - Secondo alcune rivelazioni di ieri, l'imprenditore cinese Bo "Nick" Zhao, che era in possesso di doppia nazionalità, cinese e australiana, aveva offerto milioni di dollari australiani (616.000 euro) per candidarsi a Melbourne alle elezioni federali.

L'uomo, che si occupava della vendita di auto di lusso, avrebbe rivelato all'Australian Security Intelligence Organization (ASIO) che era stato incaricato di svolgere attività di spionaggio in Australia. Il direttore del servizio di intelligence, Mike Burgess, ha dichiarato che l'agenzia era "a conoscenza del caso" e "sta indagando attivamente".(Segue)