Australia, possibile estensione lockdown anti-Covid a Sydney dopo record casi 2021

·1 minuto per la lettura
Il Premier del Nuovo Galles del Sud Gladys Berejiklian

SYDNEY (Reuters) - Le autorità australiane hanno chiesto ai cinque milioni di residenti di Sydney di rimanere a casa, avvertendo che il lockdown di tre settimane attualmente in vigore potrebbe essere esteso, nel tentativo di limitare l'ennesimo focolaio di Covid-19, dopo che la città ha riportato il più grande aumento di nuovi casi locali nel 2021.

Centinaia di poliziotti di supporto hanno pattugliato i quartieri di Sydney per far rispettare gli ordini di blocco della città imposti per debellare il focolaio della variante Delta altamente contagiosa che conta ora più di 400 casi.

"(Lo Stato) del Nuovo Galles del Sud sta affrontando la più grande sfida dall'inizio della pandemia", ha detto il premier Gladys Berejiklian ai giornalisti a Sydney. "Al momento i numeri non stanno andando nella giusta direzione".

"Per favore, non uscite di casa. Non uscite di casa, a meno che non sia assolutamente necessario", ha aggiunto Berejiklian.

Quarantaquattro casi di infezione locale sono stati segnalati oggi nel Nuovo Galles del Sud, lo Stato più popoloso dell'Australia, superando i 38 di ieri, di cui 29 hanno frequentato luoghi pubblici mentre erano infetti.

Attualmente ci sono 43 casi in ospedale, con 10 persone in terapia intensiva, quattro delle quali necessitano di respirazione assistita.

L'aumento dei casi arriva nonostante un lockdown di due settimane della più grande città australiana, che ora è stato esteso a una terza settimana, fino al 16 luglio.

Nella periferia sud-occidentale di Sydney, ora epicentro dell'epidemia, le strade sono praticamente deserte, con squadre di poliziotti che pattugliano i sobborghi.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli