Austria, boom di ricoveri nelle terapie intensive: superata la soglia di 600 pazienti

·1 minuto per la lettura
Covid in Austria
Covid in Austria

Tra gli Stati messi peggio in tutta l’Unione Europea, per quanto riguarda il Covid, troviamo l’Austria. I nostri vicini hanno raggiunto un nuovo record negativo di ricoverati in terapia intensiva, il dato ha superato le 600 unità in tutta la Nazione.

Covid Austria: terapie intensive al collasso

Si apprende tramite l’ANSA, che c’è stato un boom di ricoveri in terapia intensiva in Austria nella giornata odierna, portando il Paese a raggiungere un record assolutamente negativo. Si tratta complessivamente di 619 persone ricoverate in terapia intensiva. Solo oggi si è registrato un aumento di +41 persone.

Covid Austria: il paese è in lockdown

Questo è il dato più alto di tutto l’anno 2021 e l’Austria ha già superato di molto la soglia critica che fa scattare un lockdown nazionale e per tutte le persone, a prescindere da chi è vaccinato e chi no. Il governo austriaco ha però anticipato questa mossa, mettendo il paese in lockdown già dal 22 novembre 2021.

Covid Austria: il governo le pensa tutte

Oltre al lockdown, a partire da febbraio il governo austrico ha introdotto l’obbligo vaccinale per tutti i cittadini. Nonostante questo i no vax austriaci non si sono fatti intimidire, scendendo in piazza a protestare. Il tentativo più estremo che vorrebbe proporre il governo per incentivare le persone a vaccinarsi, come riportato dal Corriere della Sera, sarebbe quello di incaricare una commissione di salute pubblica di quantificare l’impatto economico di un «bonus» di 500 euro da elargire ai non vaccinati per convincerli. Questo sarebbe costato meno di un lockdown.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli