Austria, cappuccino e brioche a 14 euro

LaRedazione.org

Potrebbe apparire curioso, eppure è accaduto davvero: 14,40 euro per due colazioni. Siamo in Austria, a pochi passi dall'Italia ed il particolare episodio è stato riferito al Trentino da Alessandro Fantelli, un turista della val di Sole che ha "varcato" il confine austriaco per fare colazione al Brennero.

Due cappuccini e due croissant alla cioccolata, come precisa il turista: "Siamo rimasti con gli occhi sbarrati quando al Rosenberger ci hanno chiesto 14,40 euro per una normalissima colazione. Un’enormità: ci siamo sentiti come i polli italiani da spellare". Un prezzo sicuramente non basso ma oggettivamente paradossale se paragonato alla cena, consumata a meno di 200 metri in linea d'aria: "Ci siamo recati all’imbiss (letteralmente, dal tedesco, "spuntino, merenda") da Rosemarie e Peter, stavolta in Italia, e abbiamo preso un menù di piatti tipici. Crauti, birre medie, patate, salsicce e canederli per 24 euro totali, con tanto di caffè offerto. Insomma, appena 10 euro in più della striminzita colazione austriaca".

Leggi anche: Musica troppo alta in casa La Russa, arriva la Polizia: "Vi ha mandato qualche zecca comunista"

Prosegue Fantelli: "Parliamo della stessa identica località, dato che i due locali si trovano a 200 metri di distanza in linea d’aria l’uno dall’altro. Mi sembra paradossale che poi vengano a dirci che dobbiamo imparare dall’Austria a fare turismo. Anche i gestori dell’imbiss, molto cortesi e cordiali, sono rimasti di sasso quando abbiamo raccontato loro della nostra disavventura mattutina. Purtroppo il rischio è che tutta la zona venga bollata come cara quando non è così". Cosa aggiungere... Evidentemente in alcuni posti forse è il caso di chiedere un "preventivo" anche prima di fare colazione!


A proposito di colazione, arriva Fairlife, il "super latte" Coca-Cola... Guarda il video!