Austria, morto Marko Feingold, portò in salvo 100mila ebrei -3-

Mgi

Roma, 20 set. (askanews) - Dopo la fondazione dello stato di Israele, nel 1948, si ritirò quasi del tutto dalla politica attiva, rompendo i rapporti con il partito socialdemocratico; solo di recente aveva ricevuto la tessera onoraria del partito. Eletto presidente della comunità ebraica di Salisburgo nel 1979, mantenne la carica per oltre un trentennio.

Come testimone dell'Olocausto, Feingold era rimasto attivo e impegnato anche in vecchiaia. In occasione del suo centocinquesimo compleanno aveva persino cercato un dialogo con l'ultradetsra dell'FPÖ e con il suo leader Heinz-Christian Strache - un'inizativa che non è stato valutato positivamente da tutti gli ebrei in Austria.

e