Austria, si valuta l'ipotesi lockdown per i non vaccinati: ecco cosa sta succedendo

·2 minuto per la lettura
Austria, spunta l'ipotesi lockdown per i non vaccinati
Austria, spunta l'ipotesi lockdown per i non vaccinati

In Austria il piano di prevenzione della diffusione del contagio da Covid-19 si dirige verso la direzione del lockdown per tutti i soggetti che non si sono ancora sottoposti alla vaccinazioni anti-Covid.

Covid Austria, lockdown per i non vaccinati: l’ipotesi

È un’ipotesi che potrebbe presto concretizzarsi in realtà quella di un vero e proprio lockdown riservato esclusivamente alle persone che ancora non si sono sottoposte alla vaccinazione anti-Covid, questo è quanto sta accadendo in Austria.

In seguito ad una riunione in videoconferenza tenuta dal Governo austriaco nella tarda serata di venerdì 22 ottobre 2021, il limite dell’occupazione dei posti letto di terapia intensiva è stato fissato al 30%, ossia a 600 postazioni in totale, superata questa soglia chi non è vaccinato dovrà restare a casa.

La decisione è una diretta conseguenza del consistente incremento dei dati sui contagi da Covid-19, che sono stati registrati nella settimana tra il 18 e il 22 ottobre 2021.

Covid Austria, lockdown per i non vaccinati: le parole di Alexander Schallenberg

Ecco le parole espresse dal cancelliere austriaco, Alexander Schallenberg, in merito alle nuove possibili restrizioni per i non vaccinati, che saranno messe in atto se i dati sui contagi continueranno a crescere:

“Stiamo per imbatterci in una pandemia di non vaccinati, la maggior parte dei pazienti in terapia intensiva non sono vaccinati contro il Covid-19: deve essere chiaro a queste persone che hanno una grande responsabilità, abbiamo troppi procrastinatori ed esitanti, troppi che non sono risuciti a farsi vaccinare, vaccinatevi”.

Covid Austria, possibile lockdown per i non vaccinati: qual è la situazione attuale?

Nonostante sia stato registrato un incremento dei dati sui contagi da Covid-19 nell’ultima settimana in Austria, la situazione è ancora ben lontana dal livello d’allerta che sarà necessario raggiungere per mettere in atto la misura restrittiva del lockdown per i non vaccinati.

Secondo i dati aggiornati a venerdì 22 ottobre 2021, in Austria i posti letto occupati in terapia intensiva sono circa 220, al momento il paese è a livello di allerta 1, soltanto se si dovesse arrivare al livello di allerta 5, che prevede il raggiungimento di un tasso di occupazione di posti in terapia intensiva pari a 600, si metterebbe in atto il lockdown per i non vaccinati, un’ipotesi comunque ancora lontana e non attuabile nell’immediato secondo i dati attuali.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli