Austriaci condannati: vendevano armi alla camorra

Mos

Roma, 15 ott. (askanews) - Il tribunale di Klagenfurt ha condannato a pene detentive un cittadino austriaco e suo figlio per aver fornito, a partire dal 2011, armi alla camorra. Lo riferisce oggi l'agenzia di stampa France Presse.

I due avrebbero fornito qualcosa come 820 pistole e kalashnikov dalla matricola abrasa al capo di un clan camorrisico. La compravendica veniva fatta passare come un commercio di pomodori e mozzarella.

Il padre, 74 anni, e il figlio, 48 anni, hanno affermato di non essere stati consapevoli dell'identità del cliente finale, che è a sua volta in prigione a Napoli, e della sua appartenenza a un'associazione mafiosa.