Autista aggredito a Roma da due giovani: “Il bus era in ritardo”

autista aggredito roma

Un ritardo di troppo per il conducente della linea 013. Per questa ragione, l’autista è stato aggredito in via Nino Taranto, a Roma, da due giovani tuttora in fuga. I due ragazzi si trovavano al capolinea dell’autobus 013, linea esercitata da Roma Tpl e Consorziate. I due, una volta sul bus, hanno iniziato a lamentarsi del ritardo e a insultare l’autista. Non ancora soddisfatti dello sfogo, hanno iniziato a colpire con calci e pugni la cabina dell’autista, costringendolo a bloccare l’autobus e a scendere dal mezzo. Ed è proprio a questo punto che i due ragazzi hanno dato sfogo a tutta la loro rabbia aggredendo e strattonando l’autista. Infine sono scappati a piedi facendo perdere le proprie tracce.

Roma, autista aggredito

Ancora ignota l’identità dei due fuggitivi. Il conducente aggredito è stato immediatamente assistito e portato al pronto soccorso dell’ospedale Grassi di Ostia. È stato già dimesso con una prognosi di dieci giorni. Intanto le forze dell’ordine stanno indagando per identificare i responsabili e consegnarli alla giustizia. Questa è l’ennesima aggressione ai danni degli autisti in pochi giorni.

Il precedente

Solo due giorni fa è toccato a Lucio Iannucci, autista dipendente dell’Atac, violentemente picchiato da un gruppo di 8 ragazzi. L’autista aveva infatti osato rimproverare il gruppo per il loro comportamento sull’autobus. I ragazzi avevano azionato senza ragione la leva di emergenza. Rimprovero che ha scatenato un’irrefrenabile violenza da parte dei ragazzi che hanno aggredito l’autista con calci e pugni. Nessuno è intervenuto in sua difesa se non quando il gruppo si era già allontanato.