Autista Atm divide coppia che litiga su tram a Milano: picchiato

Alp

Milano, 9 gen. (askanews) - Un autista Atm di 49 anni si è preso un pugno in faccia da un 16enne incensurato milanese per essere intervenuto per sedare un litigio tra il giovanissimo e la sua fidanzata. E' accaduto intorno alle 13.45 di ieri a bordo di un tram della linea 12, alla fermata di via Mac Mahon-via Artieri, in zona piazza Prealpi a Milano.

Secondo quanto riferito dalla polizia intervenuta sul posto, la vittima è stata trasportata dal 118 in codice verde al pronto soccorso dell'ospedale Fatebenefratelli dove è stato poi dimesso con una prognosi di sette giorni. L'autista ha spiegato di aver deciso di intervenire perché i due adolescenti stavano gridandosi addosso e il 16enne impediva la chiusura delle porte del tram per non far scendere la fidanzata. Di fronte al disinteresse degli altri viaggiatori, il dipendente del mezzo pubblico una volta giunto alla fermata, sarebbe andato verso i ragazzi per fare da paciere e per tutta risposta si sarebbe stato sentito dire dal 16enne "di farsi gli affari propri" e poi sarebbe stato colpito alla mandibola da un cazzotto. Il 48enne avrebbe quindi chiesto aiuto alla centrale operativa di Atm, venendo raggiunto da altro personale dell'azienda che è salito sul mezzo proprio mentre il ragazzino stava scendendo.

Gli agenti della Volante intervenuta hanno quindi proceduto ad identificare i due giovanissimi e a denunciare il 16enne per lesioni e interruzione di pubblico servizio dato che il tram è rimasto bloccato per circa 35 minuti.