Autista in stato di morte cerebrale: picchiato da cittadini senza biglietto

Autista in stato di morte celebrale

Un autista di un autobus a Bayonne, cittadina nel sud-ovest della Francia, si trova in uno stato di morte cerebrale dopo essere stato aggredito da un gruppo di persone che si era rifiutato di far salire a bordo del mezzo in quanto senza biglietto e senza mascherina. La Polizia sta indagando su quanto accaduto.

Autista aggredito a Bayonne

Stava semplicemente chiedendo il rispetto delle norme anti contagio che, come in diversi stati europei, prevedono l’obbligo di indossare dispositivi di protezione individuali a bordo dei mezzi pubblici. Dinanzi al rifiuto di alcuni cittadini, per giunta senza regolare biglietto o abbonamento, di adempiere alle disposizioni, l’autista, un uomo di cinquant’anni, ha negato loro l’accesso sull’autobus.

Il branco ha quindi iniziato ad aggredirlo violentemente causandogli delle gravi ferite alla testa tali da renderlo incosciente. Quando i soccorsi sono giunti sul luogo del pestaggio era infatti già in gravissime condizioni e il personale sanitario lo ha trasportato d’urgenza all’ospedale di Bayonne. Qui i medici, dopo averlo ricoverato, hanno dichiarato la sua morte celebrale.

La rete di autobus “Chronoplus”, che serve la città di Bayonne e le vicine città di Biarritz e Anglet, ha effettuato pochissimi servizi nella giornata di lunedì 6 luglio 2020, con almeno 9 linee ad un punto morto secondo quanto riporta il sito web della rete. Molti autobus sono rimasti direttamente in deposito. Su quanto accaduto sta indagando la Polizia che ha identificato cinque persone presuntamene coinvolte nell’aggressione in attesa di interrogatorio.

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.