Auto ferma per le vacanze: rischi e manutenzione

Auto ferma da tanto per le vacanze

Auto ferma da più di un mese? Lasciata in garage senza luce tutta sola? Molti appassionati e guidatori fedeli impallidiscono solo all’idea, ma la realtà è un’altra. Per questioni economiche e di comodità ormai la maggior parte della popolazione Italiana preferisce andare in vacanza con mezzi pubblici (aereo, treno, nave etc.) Questo non perché l’Italia non offra luoghi di vacanza, anzi, quanto perché vengono prediletti pacchetti low-cost all’estero. La cara macchina di famiglia o del lavoro viene quindi lasciata ferma in un garage coperto (al meglio) oppure all’aperto alle intemperie (se va male). per 10,20 o 30 giorni la carrozzeria e le parti meccaniche rimangono immobili dove sono state lasciate. Liquidi che si solidificano e gomme che si squadrano… no niente di tutto questo. I piccoli problemi possono esserci, ma quando il periodo di fermo auto è minore di un anno non vi dovrebbero essere particolari guasti.

Auto Ferma: precauzioni

Prima di curare è meglio prevenire, e così anche e soprattutto con i mezzi di trasporto a motore. Se dobbiamo lasciare l’auto ferma per partire sarà sempre meglio avere qualche accortezza:

  • Non lasciare il serbatoio vuoto. Questo perché durante il fermo possono depositarsi detriti delle benzine sporche e intasare i filtri motore.
  • Gonfia le gomme più del dovuto se la macchina rimarrà ferma per lunghi periodi. Soprattutto se monti gomme scadenti, questo può aiutarti a prevenire crepe o cubatura delle gomme per il peso fermo.
  • Se la macchina è all’aperto, coprila. Si vedono auto lasciate sotto neve, sole e grandine per mesi nei posteggi in mezzo al nulla. I danni non sono solo alla carrozzeria, quando il sole che riflette magari per un mese all’interno del parabrezza può far cambiare colore addirittura alla tela dei sedili!
  • Chiudi l’auto come se dovessi usarla il giorno dopo: questa massima dovrebbe essere sempre nella testa dell’automobilista. Non lascereste mai la macchina con un vetro rotto prima di partire per le vacanze… eppure molti la lasciano senza olio perché semplicemente non si vede.

Rischi e soluzioni

Se non avrete preso le giuste precauzioni vi ritroverete con l’auto ferma da più di un mese, l’olio finito e il filtro sporco. Mettiamoci anche le gomme sgonfie (caso limite). Per venire a capo velocemente e gratis di tutto questo vi do qualche consiglio da seguire caso per caso. Le possibilità sono molteplici, ma in linea di massima queste sono le più frequenti:

  • Gomme Sgonfie: seguite tutti i passaggi della nostra guida su come gonfiare le gomme auto ferma. Ricordate di fare tutto con calma per evitare fratture o crepe nello pneumatico.
  • Auto non parte: al 90% è la batteria, al 10% un problema di alimentazione/benzina sporca. Provate ad accendere l’auto con un’altra macchina e cavetti o a scuotere la carrozzeria per far venire a galla i depositi.
  • Olio finito, spia accesa: fermate tutto e andate al primo benzinaio. Comprate un chilo d’Olio super sintetico ( almeno 25 euro) e poi recatevi dal meccanico per controllare bene la situazione.
  • Problemi elettronici: per tutti i problemi elettronici la soluzione è presto detta. Staccare la batteria per almeno venti minuti da entrambi i poli. Questo reset porta le informazioni a livello di fabbrica (tranne che per km e consumi).