Auto impazzita travolge una famiglia sul lago Maggiore, muore il nonno

Tragedia sul lago Maggiore: un'auto impazzita guidata da un 24enne ha travolto un'intera famiglia a Intra, una frazione di Verbania. Pesante il bilancio: il nonno, un 54enne, la moglie di 58 anni e la figlia di 34 sono rimaste gravemente ferite mentre il nipotino di 20 mesi che era sul passeggino ha riportato una frattura del bacino ma non è in pericolo di vita. Lo riferisce il sito della Stampa.Il giovane conducente, sotto choc, è stato fermato: non si esclude che possa aver avuto un malore. La famiglia camminava sul marciapiede quando la Ford Fusion, che arrivava da Pallanza, ha sbandato mentre percorreva a velocità elevata una discesa, schiacciando i quattro contro il parapetto. Il nonno è stato sbalzato su una strada sottostante e ha fatto un volo di un paio di metri che gli è stato fatale. La Ford ha sfiorato anche un urto frontale perché prima di investire i passanti ha tagliato la strada a una Smart che proveniva dalla direzione opposta e solo la prontezza di riflessi dell'altro conducente ha evitato l'impatto.

Tragedia sul lago Maggiore: un'auto impazzita guidata da un 24enne ha travolto un'intera famiglia a Intra, una frazione di Verbania. Pesante il bilancio: il nonno, un 54enne, la moglie di 58 anni e la figlia di 34 sono rimaste gravemente ferite mentre il nipotino di 20 mesi che era sul passeggino ha riportato una frattura del bacino ma non è in pericolo di vita. Lo riferisce il sito della Stampa.

Il giovane conducente, sotto choc, è stato fermato: non si esclude che possa aver avuto un malore. La famiglia camminava sul marciapiede quando la Ford Fusion, che arrivava da Pallanza, ha sbandato mentre percorreva a velocità elevata una discesa, schiacciando i quattro contro il parapetto. Il nonno è stato sbalzato su una strada sottostante e ha fatto un volo di un paio di metri che gli è stato fatale. 

La Ford ha sfiorato anche un urto frontale perché prima di investire i passanti ha tagliato la strada a una Smart che proveniva dalla direzione opposta e solo la prontezza di riflessi dell'altro conducente ha evitato l'impatto.