Auto, Marchionne: in Europa alcune tecnologie favorite su altre

Glv

Roma, 21 nov. (askanews) - In alcuni paesi europei nel settore dei trasporti si sta favorendo l'introduzione di alcune tecnologie, come i veicoli elettrici, senza considerare "l'impatto ambientale complessivo". Lo ha detto l'amministratore delegato di Fca, Sergio Marchionne, sottolineando che "credo che l'Italia sia un modello da seguire, oltre che un esempio quasi unico in Europa. In altri paesi stiamo vedendo favorire l'introduzione di alcune tecnologie a scapito di altre, senza tenere in considerazione l'impatto ambientale complessivo nè la reale efficacia degli investimenti richiesti".

"Al contrario - ha spiegato Marchionne alla firma di un memorandum of understanding con l'Eni - il governo italiano ha scelto di rimanere tecnologicamente neutrale. Ha fissato obiettivi ambiziosi nella propria Strategia energetica nazionale, ma lasciando la libertà di raggiungerli sfruttando tutte le tecnologie disponibili, in modo combinato".

"Questo - ha aggiunto il numero uno di Fiat Chrysler - significa adottare un approccio tecnologico, e non ideologico. Un approccio pragmatico, e non teoretico. Scegliere a priori vincitori e vinti nella gara delle tecnologie pulite è molto pericoloso. Il rischio è di puntare sul cavallo sbagliato, imporre per legge un monopolio tecnologico che potrebbe rilevarsi più dannoso che utile, e perdere nel frattempo opportunità enormi da esplorare".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità