Auto modificata nasconde 3 kg di coca, 25enne arrestato a Brescia

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 2 set. (askanews) - Nel pomeriggio di martedì 31 agosto, al confine tra le provincie di Brescia e Bergamo, la polizia ha arrestato un corriere della droga di 25 anni sorpreso con oltre tre chili di cocaina e 122.000 euro in contanti. Erano nascosti in dei doppi fondi ricavati sotto i sedili anteriori della Volkswagen Touran guidata dall'uomo, un cittadino marocchino. Erano ricavati tramite un ingegnoso meccanismo elettronico azionato con un magnete.

L'attenzione del personale della Squadra Mobile, impegnato in specifici servizi finalizzati al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, è stata attirata dal fatto che l'uomo transitava ad andatura sostenuta. Fermato il veicolo, nonostante a un primo controllo non si fosse evidenziato nulla di anomalo, gli agenti si sono insospettiti per l'atteggiamento nervoso assunto dal conducente, e hanno ritenuto opportuna una ispezione più approfondita nei locali della Questura.

I vani scoperti all'interno del veicolo dalla Sezione Antidroga della Mobile bresciana erano completamente nascosti e invisibili anche a un occhio esperto. In pratica, dopo aver aperto il vano portaoggetti lato passeggero (per alimentare elettricamente il sistema) ed inserita la chiave d'accensione, lo spostamento del magnete sul cruscotto, ha permesso al sedile di sollevarsi, svelando un vano nel quale erano alloggiate quattro buste di nylon termosaldato, contenenti tre chilogrammi di cocaina; cambiando posizione al magnete si è azionato il meccanismo per far alzare il sedile passeggero che conteneva, nel vano nascosto, il denaro.

Si tratta di un contegno molto sofisticato e costoso certamente realizzato da professionisti. Ora sono in corso le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Brescia, per ricostruire eventuali altre attività illecite realizzate con questo tipo di congegno. Dopo la convalida dell'arresto al cittadino marocchino è stata applicata la custodia cautelare presso il carcere Nerio Fischione di Brescia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli