Auto sulla folla a Berlino. Almeno 4 morti

brahim maarad

Attimi di terrore a Berlino dove attorno alle 19 una Porsche nera è piombata a folle velocità sul marciapiede a Invalidenstrasse, a pochi passi dal centro della capitale tedesca, investendo diversi passanti. Quattro di loro, fra cui un neonato, sono morti sul posto. Almeno altre tre persone sono rimaste gravemente ferite, compreso il conducente del Suv che, secondo una prima ricostruzione della polizia, viaggiava a forte velocità e ha perso il controllo del mezzo, finendo contro la recinzione di una casa. Con lui, a bordo, c'erano una donna e un bambino di sei anni.

Sul posto - scrive la Bild - sono intervenuti una quarantina tra agenti, pompieri e personale medico, tra cui due psicologi per fornire assistenza ai parenti delle vittime. Una donna, scrivono i media tedeschi, ha perso nell'incidente la figlia e la nonna. "Quando siamo arrivati ci siamo trovati di fronte una scena dell'orrore", ha riferito alla Bild il portavoce dei vigili del fuoco, Sven Wilke. "L'auto era in un recinto. Sul marciapiede c'erano diverse persone gravemente ferite", ha aggiunto. Invalidenstrasse è stata chiusa in entrambe le direzioni. 

Al momento la polizia indaga per incidente stradale ed esclude la pista del terrorismo. Appena si è diffusa la notizia, però in molti hanno ripensato alla strage di Berlino del 19 dicembre 2016, quando il tunisino Anis Amri alla guida di un camion rubato causò 12 morti e 56 feriti piombando con un camion rubato su un mercatino di Natale.