Autobomba in Libia, uccisi due dipendenti dell'Onu

Un'autobomba ha ucciso due dipendenti dell'Onu a Bengasi. Lo riferisce il New York Times, citando Associated Press.  Uno dei due sarebbe straniero. "Almeno altre otto persone sono rimaste ferite, tra cui un bambino", ha affermato un funzionario del governo locale. L'esplosione è avvenuta in un'area commerciale nel quartiere di Al-Hawari

Nelle stesse ore, Khalifa Haftar aveva accettato la tregua proposta dall'Onu per la Libia, in occasione della festività di Eid al-Adha. Il generale della Cirenaica, che si oppone al Governo di accordo nazionale, "ha annunciato che fermerà tutte le operazioni militari...alla periferia di Tripoli", ha affermato il suo portavoce Ahmad al-Mesmari nel corso di una conferenza stampa tenuta a Bengasi.

L'inizio della tregua, accettata in precedenza anche dal governo di Accordo nazionale di Fayez al Serraj, è atteso per domani