Autocisterna travolge bici, morta una ragazza

autocisterna travolge bici

Una 26enne di origine italiana è rimasta vittima di un tragico incidente nella mattinata di mercoledì 17 luglio. La giovane è stata infatti travolta e schiacciata da un’autocisterna mentre era in sella alla sua bicicletta a Rivarolo Canavese, dove viveva. Inutili i tentativi di soccorso operati dai sanitari del 118: per lei non c’è stato nulla da fare. E’ morta a seguito delle lesioni causate dallo schiacciamento. Ancora da chiarire la dinamica dello schianto.

Autocisterna travolge bici

Stando alle prime ricostruzioni, pare che bici e mezzo pesante stessero procedendo nella medesima direzione. Ad un certo punto entrambi avrebbero effettuato una svolta a destra, ma è verosimile che il conducente dell’autocisterna non abbia notato la presenza della giovane, travolgendola e schiacciandola. Sul posto, a seguito dell’allarme, sono intervenuti i vigili del fuoco, i mezzi del 118, la Polizia Locale e i Carabinieri. A quest ultimi spettano le indagini per chiarire quanto successo. Le operazioni di rimozione del corpo e poi del mezzo richiederanno tempo, motivo per il quale potrebbero esserci ripercussioni sulla circolazione.

Soccorso anche l’autista

La donna è stata estratta dalle lamiera già priva di vita e sul posto è accorso anche il sindaco, Alberto Rostagno. L’autista del mezzo, un italiano di 43 anni residente a Torino, ha avuto necessità di essere soccorso perché in stato di forte choc: è stato trasferito all’ospedale di Cuorgné. Con ogni probabilità l’uomo, attento alla manovra da effettuare, non ha visto la bicicletta. L’impatto è stato inevitabile ma violentissimo e per la 26enne non c’è stato nulla da fare.