Autonomia, Bernini (Fi): Conte ammetta ritardi e fallimento

Rea

Roma, 21 lug. (askanews) - "La lettera-appello del premier ai cittadini di Lombardia e Veneto sull'autonomia differenziata è in realtà un'autogiustificazione che non sta in piedi, perché il governo aveva assunto degli impegni temporali ben precisi che non sono stati rispettati, e perché - ad esempio sulla scuola - non ha saputo fornire alcuna spiegazione convincente". Lo dichiara Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia. "L'autonomia era un punto essenziale del contratto di governo e dopo 400 giorni è ancora in alto mare, segno che: o le distanze tra le due forze di governo sono incolmabili; o il garante del contratto ha fallito. In entrambi i casi, la domanda che si pone è la stessa: come può stare in piedi un governo in queste condizioni?", conclude Bernini.