Autonomia, Boccia: "Benzina sul fuoco fa finire come Brexit"

webinfo@adnkronos.com

"La politica non deve gettare benzina e darle fuoco, altrimenti finisce come con la Brexit o come la Catalogna". E’ l’avvertimento che lancia, a proposito dell’autonomia differenziata per le Regioni, il ministro degli Affari regionali Francesco Boccia intervenendo al ‘Festival delle Città’ nel complesso monumentale di San Salvatore in Lauro a Roma, osservando: "Si parla di autonomia differenziata, non indifferenziata...". 

"So benissimo che molti veneti hanno votato per l’autonomia, molti più di quanti risultino essere gli elettori leghisti e dunque massimo rispetto. Ma il mio convincimento - spiega Boccia - non dipende da qualche punto percentuale in più che può essere preso alle elezioni: io non cambio la mia idea di autonomia differenziata regionale all’interno di una cornice unitaria nazionale solo perché un’idea diversa sarebbe più vendibile presso l’elettorato". 

Quanto ai tempi, "le decisioni vanno prese in tempi ragionevoli, se serve un mese in più lo si prenderà, se ne servono tre si prenderanno. D’altro canto - ricorda Boccia - hanno perso 15 mesi, ora non possono pretendere tutto in 15 giorni". E il ministro ribadisce: "La politica che ama gli slogan facili e getta benzina sul fuoco non fa che alimentare gli scontri anziché risolvere i problemi. In ogni caso, qualsiasi atto dovrà passare dal voto del Parlamento".