Autonomia, Boccia: bozza su legge quadro venerdì in Stato-Regioni

Sav

Roma, 13 nov. (askanews) - Sull'autonomia regionale "c'è un clima di partecipazione collettiva di costruzione del percorso: venerdì ci sarà una Stato-Regioni straordinaria e spero che il testo sarà varato se non questo venerdì alla prossima riunione". Così il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, in audizione alla Commissione parlamentare per l'attuazione del federalismo fiscale.

"Ho iniziato il percorso all'interno della conferenza delle Regioni e così intendo lavorare. Ho proposto di far anticipare le intese con le singole Regioni con una legge quadro che definisce i principi per l'attribuzione, un campo di gioco uguale per tutti, che è la traduzione degli articoli della Costituzione", ha spiegato Boccia: la legge "è fatta di due articoli: il primo caratterizzato dai principi, il secondo sono le modalità di definizione dei Lep. Vorrei sottolinearlo, trattasi di bozza: ora sto raccogliendo i rilievi delle Regioni e poi sarà trasmesso al Parlamento per valutarlo. Il rango della legge quadro è di una legge ordinaria, in questo momento", ha precisato.

"La legge quadro e le intese dovranno passare dal Parlamento con le modalità che saranno definite: l'unico modo per avere delle certezze - ha proseguito - è che il Parlamento resti sovrano, coinvolgendolo prima oppure dopo. L'altra ipotesi è che, sulle procedure, ci rimettiamo ai presidenti di Camera e Senato", ha concluso il ministro.