Autonomia, Boccia: da prossima settimana negoziati con Toscana

Xfi

Firenze, 15 ott. (askanews) - "Esco rinfrancato dall'incontro col presidente Enrico Rossi. Condividiamo una cornice che tiene insieme il Paese nelle sue differenze." Così il ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia, al termine dell'incontro col presidente della Toscana, che ha avuto per oggetto l'autonomia differenziata. "Saremo più tranquilli di costruire un meccanismo di autonomia differenziata che non lasci indietro nessuno. Questa è l'impostazione che stiamo dando. Confido di dare la legge quadro alla conferenza Stato regioni entro fine anno. Tutto quello che faremo deve essere votato dal Parlamento".

"Non può esserci solo l'accordo tra Regioni e Stato. Il Parlamento deve vidimare tutto questo. E io penso che il Parlamento possa migliorarle le riforme, e non peggiorarle. Si potrà poi accelerare sulle singole intese", ha ribadito Boccia, che ha annunciato: "la prossima settimana avvieremo i negoziati sulla base della risoluzione approvata il 18 ottobre 2018 dal Consiglio regionale della Toscana. L'impianto delle richieste della Toscana mi convince perché punta su sburocratizzazione, ambiente e lavoro, molto più che sulla parte finanziaria".

L'assessore Vittorio Bugli sarà il delegato della Giunta toscana per i negoziati. "Si riavvia il negoziato tra la Regione Toscana e il Governo", ha commentato Rossi. Ci fa piacere che il ministro abbia espresso parere positivo. Questo ci fa pensare che potremmo arrivare ad un accordo definito col Governo nazionale entro la fine della legislatura regionale. Intanto sottolineo il cambio di impostazione col Governo precedente", ha concluso Rossi.