Autonomia, Bonaccini: è responsabilità verso i cittadini -2-

Cro-Mpd

Roma, 6 ott. (askanews) - Per Bonaccini il vero errore durante i referendum del Veneto e della Lombardia è stato di "propagandare il trattenimento provvisorio di nove decimi di fiscalità che vorrebbe dire secessione non autonomia".

Quello che interessa di più al Governatore è "la responsabilità che l'autonomia ti dà verso i tuoi cittadini, non puoi scaricare la responsabilità di quello che dovresti forse fare tu sempre in capo ad altri". "È un'opportunità per tutte le regioni" che chiederanno l'autonomia e"tra le tre proposte quelle dell'Emilia Romagna pare la più equilibrata".

E su come le regioni spendono i soldi, Bonaccini sottolinea come "a volte sono anche soldi non spesi, come per i fondi europei. Tante volte diverse regioni non sono state in grado di saper programmare e poi spendere. Oppure nella sanità si spende male".

Il Governatore risponde a Iacona anche sul Nord che si sta indebolendo con un Pil miserando: "noi che siamo la regione che cresce di più nel Paese - ha detto - quest'anno rimarremo i primi ma cresceremo tra lo 0,6 e lo 0,8. Se cresciamo noi che siamo i primi tra lo 0,6 e lo 0,8 vuol dire che il paese cresce zero virgola niente nell'ultimo anno".

"È un problema per tutto il Paese - ha ribadito Bonaccini. Non è fermando o arrestando la parte più produttiva che può crescere quella più in difficoltà. È tutto il paese insieme che deve crescere".