Autonomia, Bond (Fi): grande delusione per audizione Toninelli

Pol/Luc

Roma, 23 lug. (askanews) - "L'audizione sul regionalismo differenziato del ministro Toninelli dinanzi alla Commissione parlamentare per le questioni regionali è stata un continuo susseguirsi di no! No a che le grandi infrastrutture siano sottoposte alla gestione diretta delle regioni, utili compresi; no ad affidare alle autonomie la gestione e la gestione degli aeroporti e la possibilità di realizzarne di nuovi; no a una reale e diretta competenza degli enti periferici sulla rete viaria che anzi, vede il passaggio di strade provinciali e regionali nuovamente sotto la responsabilità statale; no alla gestione del territorio da parte delle regioni, perché le eventuali azioni semplificate per le attività urbanistiche devono essere, a detta del ministro Toninelli, uniche per tutta Italia". Così, in una nota, il deputato di Forza Italia Dario Bond.

"Infine, per chiudere in bellezza, anche il trasporto pubblico locale - aggiunge - resta a gestione statale per carenza di risorse. Questa in sintesi la linea dettata dal titolare del Mit, il ministro dei blocchi del partito dei no. Resta assordante il silenzio della Lega in grande impaccio dinanzi all'atteggiamento di evidente chiusura dell'alleato di governo che sul dossier autonomia continua a essere decisamente deludente, sottoponendo alla commissione un programma composto di sole ossa e niente ciccia".