Autonomia, dalla Lega nuovi attacchi a Conte: "Una cialtronata, il governo non ha senso"

Autonomia, dalla Lega nuovi attacchi a Conte

I governatori di Lombardia e Veneto tornano ad attaccare il premier Conte dopo i duri commenti di venerdì sera in seguito al no all'assunzione diretta dei docenti su base regionale.

"Sono profondamente offeso che questi cialtroni ci facciano passare per truffatori del Paese e del Sud" ha detto Attilio Fontana. Il presidente lombardo, come riporta Ansa, ha aggiunto: "Mi stupiscono i Cinquestelle. E mi stupisce che Conte sia stato coinvolto in questa cialtronata".

Per Luca Zaia è "impensabile che sia trattato come un progetto senza importanza". Secondo il presidente del Veneto "non fare l'Autonomia vuol dire non dar più senso a questa forma di governo. E' impensabile che un progetto di autonomia, che è uno dei pilastri fondanti del contratto di governo ed è la dote che la Lega porta al governo, venga trattato come un 'progettino' di decima fila, senza nessuna importanza".

Conte non risponde, ma fonti del M5s fanno sapere che gli attacchi sferrati sono “incomprensibili” visto il lavoro portato avanti dal premier sul fronte dell’autonomia.