Autonomia, F Boccia: sanzioni Ministeri che non danno dati Lep-rpt

cro

Roma, 12 feb. (askanews) - "L'articolo 2 comma 1" del disegno di legge sull'autonomia differenziata "dice chiaramente che le materie dei Livelli essenziali delle prestazioni saranno trasferite solo quando ci saranno i Livelli essenziali delle prestazioni. Sono d'accordo con quella parte di Regioni che, a causa delle inadempienze dello Stato centrale in questi anni, non si fidano dei Ministeri che hanno il dovere di trasmettere i dati. Se è da 19 anni che i Lep non ci sono un motivo ci sarà e non è colpa delle Regioni, ma è soprattutto dei Ministeri. Noi aspettiamo che i Ministeri ci diano i dati, ci riserviamo 12 mesi salvo poi commissariare attraverso un commissario, che ritengo debba essere il ragioniere generale dello Stato che dovrà poi decidere a chi affidare la funzione per costruire su quei numeri la proposta che comunque torna qui, perchè alla fine senza il via libera del Parlamento sui Lep i Lep non partono e senza Lep non si trasferiscono le materie Lep. Io farò una proposta per cui i Ministeri che non danno i dati entro 3 mesi saranno sanzionati con tagli orizzontali sul proprio budget: i dati devono essere messi nella disponibilità delle strutture tecniche del governo centrale e dati al Parlamento, su cui potrà esprimersi entro tempi certi". Lo ha detto il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie Francesco Boccia, in audizione alla Commissione parlamentare per le Questioni regionali.