Autonomia, Fassina (Leu): bene legge quadro e ruolo Parlamento

Pol-Afe

Roma, 17 ott. (askanews) - "È pienamente condivisibile il percorso descritto dal Ministro Boccia per l'attuazione della cosiddetta 'Autonomia differenziata'. È imprescindibile partire da una legge quadro per fissare i principi e declinare il percorso in modo coerente con tutti i rilevanti articoli della Costituzione, innanzitutto l'art. 119 dedicato alla perequazione. E poi decisivo definire i Livelli Essenziali delle Prestazioni, condizione necessaria per arrivare ai fabbisogni standard". Lo afferma Stefano Fassina, Deputato LeU, nel corso dell'audizione del Ministro degli Affari Regionali, Francesco Boccia, nelle commissioni riunite Bilancio e Affari Costituzionali.

"I Lep non sono questione tecnica, prosegue Fassina, ma essenzialmente politica. Vanno affidati al Parlamento, alla Commissione Bicamerale per il Federalismo Fiscale. Infine, c'è una questione di metodo. È stata grave e controproducente la segretezza della discussione portata avanti dal precedente governo. Il Parlamento deve essere informato, ricevere i documenti discussi da governo e Presidenti delle Regioni. È rassicurante ascoltare l'impegno del governo a riconoscere la funzione del Parlamento per la definizione, non solo approvazione o rigetto, dell'Intesa tra governo e Regione interessata", conclude Fassina.