Autonomia, Fontana: "Tutto bloccato, così non va"

Mch

Milano, 24 lug. (askanews) - Sull'autonomia regionale differenziata al momento "è tutto bloccato: vorrei evitare che si facesse un ritorno alle modalità di comportamento della Prima Repubblica quando i problemi si nascondevano sotto il tappeto". Lo ha detto il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, intervistato da Rtl 102.5.

"Le anticipazioni parlano di una rivisitazione dell'autonomia finanziaria, l'unico punto su cui eravamo d'accordo - ha aggiunto Fontana - Non competenze in materia di sanità e di scuola, quindi nessun tempo di competenze in materia di infrastrutture. Se queste sono le premesse è inutile che venga a Roma", ha attaccato Fontana rispondendo a chi gli chiedeva di un possibile incontro a Palazzo Chigi con il premier Giuseppe Conte.

"Se le condizioni saranno diverse sicuramente verrò, ma credo sia prima necessario esaminare e valutare il testo che dovesse uscire dal Cdm: se la riforma è una riforma seria siamo prontissimi a discutere, se è una riformicchia fatta solo per accontentare i giornali che possono dare un titolo e per accontentare qualcuno che può dire di essere il papà dell'autonomia, io e i miei colleghi non ci stiamo".