Autonomia, Galli: ministro Boccia non faccia propaganda

Mda

Milano, 13 set. (askanews) - "Lieti di sapere che il neo ministro Francesco Boccia auspichi che il tema dell'autonomia differenziata non sia più oggetto di propaganda politica e non venga utilizzato come una clava. Siamo altrettanto lieti di sentire dalla sua voce che 'non c'è nessuno contrario ad attuare il titolo quinto: il punto è se scegliamo di seguire la Costituzione o se ci perdiamo alcuni pezzi'. Adesso però passi dalle parole ai fatti. Il ministro Boccia non faccia propaganda, non usi il tema come una clava, e rispetti piuttosto quanto previsto dal titolo V della Costituzione repubblicana, consapevole che applicando questa riforma non si perderà alcun pezzo e non si spaccherà affatto in due l'Italia come incredibilmente continua a sostenere il suo collega, il ministro Provenzano". Lo ha affermato Stefano Bruno Galli, assessore della Regione Lombardia all'Autonomia e alla Cultura. "Per cui - ha concluso - basta fare propaganda, applichiamo la Costituzione e diamo il via libera all'autonomia differenziata alla Lombardia e alle altre Regioni che ne hanno fatto richiesta. Una richiesta che ormai non può più restare inascoltata".