Autonomia, De Luca: cerchiamo di conquistare riforme possibili

Pat

Rimini, 19 ago. (askanews) - Come tutti i progetti che "si pongono obiettivi non commisurati alle forze disponibili", anche la riforma delle autonomie rischia di finire in un cassetto, soprattutto con la crisi del governo Conte. Per questo il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, è tornato a chiedere ai governatori del nord di non "sparare a salve" e di cercare "di conquistare le riforme possibili e utili".

C'è il "rischio" che il progetto di riforma delle autonomie "finisca in un cassetto, come sempre capita quando ci si pongono obiettivi non commisurati alle forze disponibili - ha detto De Luca a margine di un incontro al Meeting di Rimini -. In politica si sbaglia quando gli obiettivi non hanno alle spalle la forza necessaria per essere realizzate. Ho detto a tanti miei amici del Nord, Lombardia e Veneto: finiamola di sparare a salve, cerchiamo di conquistare le riforme possibili e utili".

Quindi, secondo il governatore campano, "se le riforme significano un tasso di rigore nella gestione delle istituzioni, di efficienza amministrativa, se significa combattere il plebeismo e la clientela, io sono in prima fila; se significa sburocratizzare l'Italia io sono in prima fila; se significa invece spezzare il nostro Paese, spezzare la scuola pubblica unitaria, creare due sanità io sono nettamente contrario. Il presupposto è dirci con grande chiarezza se difendiamo l'unità d'Italia e se riteniamo un obiettivo non marginale il recupero del divario del Mezzogiorno d'Italia. A partire da questo possiamo parlare di tutto".

(segue)