Autonomia, de Magistris: De Luca al tavolo per torta da spartire

Psc

Napoli, 4 dic. (askanews) - Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha ribadito il suo 'no' all'assetto attuale delle Regioni e si è detto contrario a quanto sta portando avanti il governatore campano, Vincenzo De Luca, che ha formalizzato la richiesta di essere coinvolto nella discussione che riguardava Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna. "De Luca, come altri, - ha detto il primo cittadino partenopeo - invece di contrastare questa forma di regionalismo si è andato a sedere al tavolo per vedere quanto era grande la torta".

"Io sono assolutamente contrario all'assetto attuale delle Regioni - ha proseguito - le Regioni non hanno raggiunto il loro obiettivo, hanno perso la funzione di enti di programmazione e assumono sempre più atteggiamenti tesi a diventare enti di gestione. Vogliono sempre più gestire la spesa pubblica in un certo modo e - ha detto ancora de Magistris - non liberano le risorse senza dimenticare le lentezze spaventose e la poca democrazia. Le Regioni sono il luogo in cui la casta politica si avverte di più che altri enti locali di prossimità".

Per il sindaco quello attuale è un sistema che "va rivisto e non so se questa legislatura avrà il tempo, la voglia e la capacità di affrontare un tema così istituzionalmente alto e che si deve fare a prescindere dalle contingenze politiche che invece drogano la discussione e - ha concluso - le conseguenze sono i cittadini".